Escort al parco in tuta e scarpe da ginnastica Adescavano gli uomini che facevano jogging

Cinque bellissime ventenni che si prostituivano in casa, in albergo, ma anche a domicilio. Cinque ragazze che, a testa, guadagnavano almeno 6mila euro a settimana. Tre romeni sono stati arrestati dalla Squadra Mobile di Milano per induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. La banda aveva reclutato le giovani modelle in Romania, poi, una volta portate in Italia, aveva assegnato ad ognuna di loro un appartamento accogliente e ben arredato nella zona di via Nino Bixio.
Escort di lusso che, oltre ad avere le loro foto nude su siti di annunci,  dovevano curare il fisico, andare in palestra e che, anche durante una semplice corsa al parco, erano costrette a cercare clienti, ammiccando agli uomini che si andavano ad allenare.

Si facevano abbordare e poi, quando il corteggiamento era già avviato e il maschio di turno già convinto della conquista, scattava la richiesta di denaro: 300 euro a prestazione. Poi si andava a casa, poco distante dal parco.
Pochi quelli che rinunciavano alla disponibilità della giovane “prede”.
Poi i guadagni finivano nelle tasche degli sfruttatori che inviavano il denaro in Romania dove veniva investito in traffici illeciti.
La polizia di Stato ha operato su segnalazione dei colleghi romeni. L’indagine è andata avanti alcuni mesi, ma ora i tre malviventi sono finiti in manette.
Enrico Fedocci

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

20 risposte a “Escort al parco in tuta e scarpe da ginnastica Adescavano gli uomini che facevano jogging

  1. di questi tempi quasi quasi ci farei un pensierino anche io con tutti quei soldi ,visto che tutti i giorni veniamo violentati da questa politica tasse tasse ,aumenti non c’e la faccio piu’. tengo a precisare che sono etero.

  2. SAPETTE COSA LI CONSIGLIO A QUELLE SIGNORINE?CHE ANDASSENO A LAVORARE ONESTAMENTE.ANCHE IO SONO STRANIERA E MI FACCIO UN CULO DALLA MATTINA ALLA SERA.PERO CAMMINO E CAMMINERO SEMPRE A TESTA ALTA.

  3. Mah… coi tempi che corrono, se fossi donna, ventenne e avvenente, ci farei un pensierino per 6000 euro al mese… se devo farmi il mazzo per pagare le tasse, a sto punto lavoro in nero e guadagno un po’ di soldini… basta vedere la Gregoraci, facendo pompini a tutti alla fine si è presa il primo miliardario rimbecillito che passava.

  4. Questa è l’ennesima prova di quanto la prostituzione sia una realtà gestita dallo stato in maniera bigotta e dalla criminalità in maniera produttiva. In Germania le prostitute se vogliono adescare i clienti nel parco si devono portare dietro il libretto delle ricevute e pagarci le tasse sopra.
    Immaginiamo cosa potrebbe significare togliere una risorsa del genere alla criminalità organizzata.
    Sempre la Germania incassa 40 milionii di euro(dicono) dalla prostituzione legalizzata, quasi un quarto dell’ultima manovra Monti.
    Per sanare una bella fetta del debito pubblico basterebbe legalizzare la prostituzione e far pagare l’imu alla chiesa e le tasse al Vaticano, ma un partito che esiste da 2000 anni vince sempre…

  5. Se erano sfruttate avete fatto bene ad intervenire….ma solo se per arrestare gli sfruttatori, non le prostitute che hanno tutto il diritto di prostituirsi…………………………………………………..ma per tutto il resto siamo quasi al medioevo…
    specie per l’adescamento………………………………..anche il negoziante che mette in vetrina un oggetto, lo fa per adescare……..altrimenti non vende……..lo facciamo tutti noi quando ci vestiamo bene o indossiamo una mini o un abito aderente………quando ci si trucca……………e’ per piacere, per attirare, cioe’ per adescare………termine che grazie ai mediovalisti e’ stato tramutato in reato anziche’ legalizzare la prostiutuzione, proteggerla, controllarla sanitariamente, e facendo loro pagare regolarmente le tasse……ma l’Italia ormai e’ diventata lo zimbello del mondo…….sia politicamente che civilmente…………………grazie a Berlusconi e al Vaticano…………..

    .

  6. spero su segnalazione dei colleghi romeni della polizia di stato perchè se fossero colleghi romeni degli sfruttatori sarebbe divertente..

  7. Una sorta di Scarica Barili, dare la colpa alle istituzioni..La prostituzione e’ la storia, il resto e’ un guaio serio, Quel volume di denaro segnala la mera situazione dell’uomo del momento.
    Dignita’….

  8. certo che vengono a lavorare in Italia xchè sanno che qualche italiano cucco se lo beccano sempre…finchè c’è richiesta questo fenomeno persisterà…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *