Milano, calci in faccia per rubarle il cellulare Anche altre 3 donne nel mirino dei rapinatori

Aggredita, immobilizzata a presa a calci in faccia per rubarle il cellulare. E’ accaduto a Milano dove una donna di 35 anni che stava rientrando a casa dopo una serata passata con amici in un locale è stata fermata da un uomo sudamerciano che le ha chiesto di consegnarle il telefonino. Al suo rifiuto sono intervenuti gli amici del rapinatore e lì è cominciato l’incubo della ragazza. Dopo essere stata picchiata è stata lasciata a terra, su una aiula. Accanto a lei la borsa da cui erano stati rubati, oltre al telefono, anche il bancomat e il denaro che aveva dentro il portafoglio.
Nelle stesse ore altre tre donne sono state vittima di rapina, sempre per rubare il cellulare.

Erano quasi le 5 di mattina quando una 25enne che rientrava da una festa, in zona Stazione centrale, è stata malmenata e derubata di uno smartphone.
Momenti di paura anche per una 26 enne che nei pressi dell’università Bocconi è stata gettata a terra e rapinata. Anche in questo caso mira del criminale un telefonino.
Stesso trattamento anche per una ragazzina di appena 13 anni, avvicinata da un 30enne mentre si trovava nelle ore pomeridiane a spasso con le amiche. L’uomo ha strappato il telefono dalle mani dell’adolescente e poi è fuggito

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

9 risposte a “Milano, calci in faccia per rubarle il cellulare Anche altre 3 donne nel mirino dei rapinatori

  1. bisogna chiedere al sindaco pisapia x queste ondate di criminalità il menzionato dice che va tutto bene che a Milano si vive beissimo

  2. Complimenti ai milanesi che hanno votato Pisapia !!! da quando lui è sindaco ogni giorno leggiamo queste tristi notizie perchè la microcriminalità è aumentata a dismisura, ideologicamente protetta dal Sindaco e dalla sua giunta.

  3. Questa Milano è gestita da una persona INCOMPETENTE bisogna aver paura,chissà quanti morti dovremo ancora aspettare prima di mandarlo a casa…………………aveva ragione il sindaco di new york milano è una città violenta e invivibile.

  4. Puntiamo pure il dito contro a Pisapia…ma sappiamo tutti che questa realta’ non esiste da ieri…Purtroppo Milano non fa eccezione…e come in tutte le grandi metropoli la delinquenza dilaga…

  5. qui i cittadini di colore fanno il cazzo che vogliono senza pagare dazio. Con i comunisti al potere questo è possibile …………………… il caso marò è una prova lampante su come gli italiani siano trattati di merda all’estero

  6. Da anni mi sono trasferita nelle Marche e mi sono portata appresso i miei figli. A lungo ho avuto rimorsi soprattutto nei loro confronti … Sentendo ora cosa è diventata la mia Milano (milanese pura da generazioni), sono convinta di aver fatto cosa giusta. Milano, grande metropoli che allarga le gambe a tutti (cito da Dalla), è diventata un covo di malavita. Mi fa orrore leggere quotidianamente la cronaca … rapine, stupri, violenze …! PISAPIA SVEGLIA!!!

  7. Questo e il risultato dei ruba voto qualcuno dice finché anche gli stranieri non avranno casa e un lavoro non ritengo l’Italia un paese civile, io gli dico 63 anni che sono senza lavoro 38 anni di contributi dieci in nero e devo pagare l’affitto perché non ci pensa lei sig ministro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *