Tenta avances a 17enne, ma viene respinto Giovane arrestato da Cc per violenza sessuale

Stava passeggiando, intorno alle 2:30 di questa notte, nei pressi del Colosseo quando ha adocchiato un gruppetto di ragazze all’uscita di un pub. Una di queste, una studentessa romana di 17 anni, lo ha particolarmente attratto, a tal punto da indurlo ad avvicinarsi per chiederle se voleva bere qualcosa in sua compagnia.
Al primo rifiuto ottenuto dalla ragazza, il giovane, un 19enne di Santa Maria Capua Vetere, un comune in provincia di Caserta, già conosciuto alle forze dell’ordine, non si è dato per vinto ed ha continuato nelle sue avances.

Dopo un po’, la minorenne, infastidita dall’invadenza del ragazzo, ha chiaramente chiesto di essere lasciata in pace e, a quel punto, il “Don Giovanni” l’ha abbracciata contro la sua volontà, stringendola con forza per immobilizzarla e tentando di allungare le mani. Le urla della studentessa hanno richiamato l’attenzione di altri passanti che hanno immediatamente chiamato il “112”.

I Carabinieri della Compagnia Roma piazza Dante, coordinati dal capitano Ivan Riccio, sono intervenuti insieme ai militari della Compagnia Speciale di Roma arrestando il molestatore con l’accusa di violenza sessuale ai danni di una minorenne.
La vittima, oltre al grande spavento, non ha riportato lesioni. Il 19enne è stato trattenuto in caserma e poi processato per direttissima.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

14 risposte a “Tenta avances a 17enne, ma viene respinto Giovane arrestato da Cc per violenza sessuale

  1. Buonasera.
    Grazie al capitano Ivan Riccio e a tutti i suoi uomini, se non ci fosselo loro saremmo in mano a
    personaggi poco credibili.
    Capisco il motto dei Carabinieri “nei secoli fedele” quello che mi riesce difficile capire è il fatto
    che, le forze dell’ordine arrestino i malfattori e dopo pochi giorni, se li trovino in giro per le strade a delinquere nuovamente.
    In questo particolare caso, la ragazza è stata fortunata, purtroppo ad altre ragazze non è andata
    così bene.
    Vanno drasticamente cambiate le regole, pena certa per atti del genere e niente condoni o libere
    uscite, due anni di galera devono essere scontati fino all’ultimo giorno.
    Persone come Marco Pannella che fingono di morire di fame e sete, sono un danno mostruoso
    per la società.
    Dobbiamo rivedere la Costituzione e punire i giudici che scarcerano senza motivo, personaggi
    che una volta usciti da galera, compiono atti di violenza contro persone o cose.
    I nostri politici, facciano un esame di coscenza e guardino come hanno ridotto questo paese, una
    persona non è più al sicuro nemmeno a casa propria è una vergogna.
    Arriveremo al fatidico giorno della giustizia sommaria, tu fai del male a me e io lo faccio a te.
    La gente onesta è stanca di continuare a subire angherie .
    Saluti.

  2. La cosa più assurda è che si debbano fare delle considerazioni così ovvie.
    Ma con i giudici che possono mettersi in aspettativa per cercare di arrotondare il già lussuoso stipendio rubando qualcosa con la politica non ci sono speranze!
    Non cambierà mai nulla finchè non sarà possibile “licenziare” chi non fa il suo mestiere e finchè non ci sarà chi ha possibilità e voglia di “licenziare”!

  3. gueste persone se cosi vovliamo chiamarli guando vencono presi sul fatto di regato per violenza sessuale ostupro ocose del genere vanno puniti severamente èscondare tutta la pena èguando escono sorvegliarli senza scondi

    saluti

  4. forse non ci incastra niente con questi argomenti Ma voglio dire io sono uno un esodato mi hanno fatto licenziare 3 anni fa mandandomi in mobilità promettendomi che a fine di questa sarei andato in pensione e invece ora che ho finito i 3 anni mi trovo senza lavoro e senza pensione e il sindacato non ha fatto grandi cose x salvaguardarci cosa devo fare ‘ Dopo tanti anni di vita onesta dovrò mettermi a rubare come fanno già tanti che si trovano nella mia situazione?

  5. finche’ trovi da rubare.. il problema e’ quando non ci avremo piu’ nulla
    qua finiamo a venderci gli oggetti di casa per strada purtroppo
    ma tanto loro hanno le loro belle autoblu le loro casette i loro benefici
    finche’ possono arraffare arrafferanno..

  6. mi sembra un po esagerato che sto tipo ha si abbracciato una ragazza contro la sua volonta, ma semibra che volete metterlo sulla sedia elettrica , ma non dite minchiate e smettetela di fare i buonini.

  7. Credo che a 19 anni perche’ hai abbracciato una ragazza di due anni di meno ( 17 che non ce l ‘ha scritto in faccia) non si debba parlare di violenza sessuale ma di mancanza di educazione e rispetto, vorrei sapere se il ragazzo aveva alzato un po’ il gomito e magari ha un po’ esagerato …ma non credo avesse intenzione davanti a tutti di violentarla questo sarebbe da vedere e sopratutto se a questo punto fosse cosi’ chiedersi se e’sano di mente. Purtroppo hanno chiuso i manicomi ma le malattie mentali esistono ancora, ce da chiedersi se’ e giusto imprigionare in un carcere non attrezzato un malato o se e’ meglio lasciarlo a piede libero o farlo seguire da una struttura di competenza?.
    Io spero per quel ragazzo abbia imparato la lezione e non si alzano le mani nei confronti di nessuno e ancora di piu’ donne e bambini.
    Certamente vorrei potesse fare un percorso psicologico perche’ imparasse cio’ che e’ giusto da quello che e’ sbagliato non solo con la detenzione, quella serve piu’ da esempio per gli altri che a se stesso, il prezzo che paga alla societa’ non sempre e’ il prezzo giusto per se stessi.

  8. e’ una vergogna, e’ ora di mettere fine a questi abusi…mettere la legge ( evirare ) chirurgicamente e nn chimicamente….grazie

  9. @antonio: se lei gli ha detto di andare a spasso e lui le mette le mani addosso, fosse pure per un abbraccio, E VISTI I PRECEDENTI DEL TIPO, si configura il reato e quindi i Carabinieri, giustamente, hanno proceduto.

    Se fosse stata la tua ragazza o tua figlia o tua sorella voglio vedere se facevi il filosofo.

    @Alerto: mi dici che cosa diamine stai delirando? non c’azzecca una beata…

  10. Già conosciuto alle forze dell’ordine significa come sempre o quasi sempre un delinquente che circola a piede libero grazie al lassismo della nostra giustizia? E se la ragazza fosse stata da sola? Succederà mai che questa gente rimanga dietro le sbarre quando delinque invece che essere sempre capita, perdonata o aiutata dai soliti buonisti che poi chiacchierano tanto perchè non capita a una loro figlia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *