Batte il cuore di rondine del Comandante Alfa Esce il libro di uno dei 5 fondatori del Gis

E’ stato lui, assieme ad altri 4 colleghi, a fondare il Gruppo di Intervento Speciale dei carabinieri, il Gis. Era il 1977, emergenza terrorismo, ministro dell’Interno Francesco Cossiga che decise la nascita di questo reparto d’elite all’interno dell’arma. Uomini selezionati tra i carabinieri paracadusti, che sapessero intervenire nelle situazioni più difficili come sequestri di persona, banditi asserragliati.

La copertina di "Cuore di Rondine", Longanesi editore

La copertina di “Cuore di Rondine”, Longanesi editore

Quando i Gis entrano in azione si cerca di non sparare un colpo, di salvare ostaggi, tutelando anche la vita dei criminali. Dopo 38 anni di attività il Comandante Alfa, ora istruttore dei nuovi componenti del gruppo, ha deciso di raccontare la sua vita, le sue esperienze, gli interventi più delicati in un libro, Cuore di rondine, edito da Longanesi che in libreria sta dando filo da torcere ad autori più consolidati. Dalla liberazione delle guardie al carcere di Trani, battesimo del fuoco, al sequestro Tacchella, passando per il blitz sul campanile di San Marco a Venezia, con i “serenissimi”.  Il militare ha presentato il volume a Merate in provincia di Lecco all’auditorium del Comune in una serata organizzata da Manuel Spadaccini, presidente della Kma.
Sala piena, vendita di copie alle stelle. Ma il Comandante Alfa, costretto a rimanere nascosto per motivi di sicurezza dietro al mefisto, ha deciso di donare il ricavato delle vendite all’Onaomac, l’opera assistenziale creata dall’Arma per gli orfani della Benemerita.

 GUARDA IL SERVIZIO ANDATO IN ONDA NEI TG MEDIASET

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

22 risposte a “Batte il cuore di rondine del Comandante Alfa Esce il libro di uno dei 5 fondatori del Gis

  1. Non necessitano commenti, quado si parla di uomini a soldati come questi,
    Gil si Puo solo dire Grazie, e loro capiscono, quano sono amati e rispettati

  2. onore e rispetto a tutti i componenti dei reparti speciali che lavorano nell’ombra per la nostra serenità e grazie a tutti militari dell’Arma che giornalmente incrociamo nelle strada assolate . Il carabiniere c’e’ sempre anche nelle sagre di paese, in disparte, ma vigile punto di riferimento per tutti. Grazie .

  3. salve e grazie di esistere,
    mi associo ad alcuni comenti dove si dice che voi operate nell’ombra e al buio, agiungendo, con incertezza di un risultato, che alla fine e’ un risultato positivo e soddisfacente, per noi cittadini, o meglio per alcuni di noi cittadini, e per la nostra nazione (cosa non apprezzata da moti), ma ……… e chiedo scusa se ho una nota di polemica, il riconoscimento che mai arriva e’ da parte delle istituzioni, che a volte vi giudica senza sapere veramente quello che ognuno di voi a dentro in momenti di vero pericolo.
    i GIS, gli unici.

  4. letto tutto d’un fiato … Uomini di grande valore , essere nell’ombra per tutelare tutti noi ,Grande Onore e rispetto all’Arma

  5. Oggi ho visto su RAI 1 una trasmissione, alle 17,30, dove veniva intervistato il Comandante ALFA. Trovo che, soprattutto sull’emittente Nazionale, dovrebbero trasmettere molto sovente, e non nel pomeriggio di un sabato qualunque ma in PRIMA SERATA, programmi di questo genere e non le sciocche amenità che ci propinano. La gente non sa cosa capita “tra le quinte” del nostro bel paese, la gente ignora ed è ignorante. Il servizio pubblico dovrebbe anche servire a rendere più italiani e meno ignoranti GLI i ITALIANI. Al comandante Alfa, Auguri, ringraziamenti e tante vendite del libro che comprerò, pubblicizzerò e leggeremo tutti noi.

  6. Simone,prima impara a scrivere in italiano, e poi fai i commenti.I Carabinieri Eroi che lavorano sono tanti e non dipende da loro mandare in galera i politi che rubano,questo spetta ai Magistrati che sono in mano degli stessi politici.

  7. Simone prima di commentare dovresti conoscere i Carabinieri.Non dipende da loro evitare che i politici rubano.L’invito alla moderazione credo che Codesta testata lo poteva fare anche a Simone, per la parola poco igienica usata.

  8. Il libro è una meraviglia. Lo sto gustando pagina per pagina e molto lentamente perché nonostante siano tante farei prestissimo a finirlo di leggere. Questo è un gruppo preparato all’invero simile. Non tutti possono accedervi per farne parte. Vengono scelti e non mandati, dopo una serie bestiale di prove vi rimangono solamente coloro che credono in quello che fanno, per sacrificio e abnegazione; sanno quando escono e non sanno se rientrano. Ho fatto 40 anni nell’Arma dei Carabinieri e ho comandato uomini di altissimo livello pronti ogni giorno a dare la vita per salvarne un’altra. Ho fatto migliaia d’interventi e aiutato tantissime persone. Ora voglio dire a Simeone: prima di parlare e dire stupidaggini dovrebbe lavarsi la bocca prima e poi mettere in moto il cervello. Gli ricordo che i Carabinieri sono al di sopra delle parti e se lui ne avesse bisogno lo aiutano senza ombra di dubbio e non guardano il suo colore politico. L’Arma non fa politica fa rispettare le Leggi e chiunque sia al Governo non ha importanza.
    Spero Vivamente che il Comandante Alfa scriva il secondo libro a seguito di Cuore di Rondine!

  9. ho avuto la fortuna di conoscere uno dei 5 fondatori dei GIS.uomini veri , grandi e discreti professionisti .I GIOVANI dovrebbere prendere esempio da loro.orgoglio dell’Arma dei Carabinieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *