Entra in banca e prende in ostaggio 6 persone Rapina sventata dai carabinieri di Legnano

Marco Bisazza, l'uomo arrestato dai carabinieri di Legnano

Pistola in pugno, a volto scoperto, è entrato in una banca di Legnano, poi ha immobilizzato il direttore della filiale della “Commercio e Industria” e i dipendenti con delle fascette per i cavi elettrici, in attesa che la cassaforte temporizzata si aprisse: 35 minuti di terrore per gli ostaggi. Freddo, determinato, pronto a tutto, pur di portare a compimento la rapina ha puntato una calibro 37 alla tempia del direttore. Ma l’uomo è stato notato da un passante che ha avvisato i carabinieri della Compagnia di Legnano.
Pochi minuti e le pattuglie del Nucleo Radiomobile sono intervenute, circondando la banca e facendo irruzione grazie a un dipendente che, nel frattempo, aveva sbloccato la porta di accesso alla filiale, salvando così gli ostaggi ed arrestando il bandito.
I carabinieri della Compagnia di Legnano, coordinati dal capitano Michela Pagliara, hanno poi accertato che il criminale, Marco Bisazza, 36 anni, pregiudicato di Messina, era specializzato nelle rapine agli istituti di credito e, dopo averlo interrogato, lo hanno portato in carcere.  Per i dipendenti della banca un grande spavento, ma nessun ferito grazie all’intervento tempestivo dei militari di Legnano. L’accusa per l’uomo è di tentata rapina aggravata, sequestro di persona e porto illegale d’arma da fuoco.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “Entra in banca e prende in ostaggio 6 persone Rapina sventata dai carabinieri di Legnano

  1. Buongiorno mi chiamo Daria,lascio qui un commento perchè nn so dove poterlo scrivere!
    E’da molto tempo che su fb vedo dei link molto ironici sia su Misseri e sia su Schettino…..
    Io ora chiedo a lei direttore,ma è normale che la gente faccia uso di questi criminali sopratutto di Misseri x far divertire la gente?Sinceramente a me nn fanno ridere,anzi,li trovo di cattivo gusto sopratutto x le famiglie colpite!nn so se voi della redazione potete fare qualcosa,ma io spero che qualcuno possa segnalare questi link,che vengano tolti x rispetto della gente!
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *