Anziana indigente ruba pacchetto di caramelle La polizia le evita la denuncia e gliele paga

GUARDA IL SERVIZIO DEL TELEGIORNALE
E’ uscita dal supermercato senza pagare un pacchetto di caramelle, delle Tic Tac. 78 centesimi di euro che un’anziana signora proprio non aveva. E così, la 76 enne è passata alla cassa sperando di farla franca, ma dopo pochi passi è stata fermata dal direttore del supermercato che ha chiamato la polizia. Quando gli agenti si sono trovati davanti a quella vecchina indifesa che si scusava e diceva piangendo “non avevo i soldi, scusate, non avevo i soldi per pagare le mentine” si sono resi subito conto della situazione e hanno cercato di far ragionare Valerio, lo zelante direttore del supermercato Pam di via Archimede in pieno centro di Milano, trovando poi una soluzione: sono stati gli stessi poliziotti, Arturo Scongiu e Francesco Console, ad offrirsi di pagare le caramelle alla signora, che quindi non è stata denunciata dal supermercato.

La rigidità dimostrata inizialmente dall’addetto del supermercato ha suscitato non poche polemiche all’interno del punto vendita tra i clienti che hanno protestato per l’insensibilità verso quell’anziana indigente e soprattutto per una somma così modesta. “E’ una vergogna – ha detto un cliente, Lorenzo Astolfi – il vecchio direttore si sarebbe comportato con più buon senso, questo è appena arrivato e fa queste cose”, “Sono indignata – ha aggiunto un’altra cliente, Luciana Brani – non si può essere così insensibili di fronte a un’anziana che non è una criminale , ma solo una persona che ha problemi di soldi”.
Non c’è nemmeno da discutere: rubare è sbagliato. Ma in questo caso è stata la professionalità e l’umanità dei due agenti a fare la differenza, distinguendo tra buon senso e mancanza di comprensione. Nessun commento da parte del responsabile del negozio, il signor Valerio, che davanti alle nostre domande è corso in ufficio, chiudendo la porta ed impedendoci di chiedergli le sue ragioni, facendo poi dire ai suoi dipendenti che era andato a casa e che quindi era inutile aspettarlo per una intervista.
I due poliziotti, in servizio presso la squadra Volanti della Questura di Milano, hanno così risolto la situazione, la signora è stata identificata e mandata a casa, mentre gli agenti sono andati via tra gli applausi degli altri clienti che urlavano “W la polizia” per la grande umanità e capacità di distinguere tra un criminale e una persona in difficoltà.

Enrico Fedocci

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

72 risposte a “Anziana indigente ruba pacchetto di caramelle La polizia le evita la denuncia e gliele paga

  1. ok che non si deve rubare, ma avesse preso 100 euro di roba! per 78 centesimi! io fossi nei carabinieri gli farei pagare la chiamata, stronzo!

  2. Si deve solo vergognare questo personaggio!
    Ed ha pure un lavoro d’oro in questi tempi di disgrazia! Vergognati! la signora era indigente
    Io a 51 mi ritrovo disoccupato ma avrei prima accertato se veramente la signora era indigente e poi le avrei offerto un tramezzino al giorno!
    Vergognati! Ti auguro di cuore di perdere il lavoro e ritrovarti con le pezze al c..o!
    Questo meriti! E se t’incontrassi per strada a chiedere elemosina ti metterei nel cappello una confezione di mentine!

  3. Questo direttore “imperterito” si dovrebbe solo che vergognare che gli possa succedere a lui di non avere soldi! bravi i poliziotti, bravi e sesnibili! PS ma non potevano far perdere 2 ore di tempo al direttore facendolo andare in questura? poi, i clienti dovrebbero DISERTARE il negozio per tre giorni!!

  4. Ma gli altri clienti che stavano a guardare????? Se non è una cleptomane e ha rubato per la prima volta, riempitele una borsa di buone cose, ma non solo per ieri, adottatela!!!!!!!!
    E questo vale anche per il Direttore…..”è vero che deve fare il suo lavoro e comprende anche i controlli”, ma gli anziani vanno aiutati, specialmente se poveri. I Supermercati in genere danno al Banco Alimentare dei cibi vicino alla scadenza, o delle scatole e barattoli non più vendibili magari sciupati, potrebbero così aiutare gli indigenti del quartiere dove loro si arricchiscono.

  5. Questo direttore si è comportato malissimo non ha avuto pena per quella povera vecchietta e chissà se l’avrà umiliata in presenza dell’altra gente. Comunque questa è la situazione in cui ci troviamo sempre più disperati, poveri, disoccupati è un vero disastro!

  6. …ma ne vogliamo parlare quante volte il direttore non ha fatturato? quante volte ha evaso? quante volte non ha chiesto una fattura per risparmiare l’iva? ma va affanculo va…

  7. Pingback: Anziana indigente ruba pacchetto di caramelle La polizia le evita la denuncia e gliel

  8. Non voglio fare l’avvocato del diavolo, però questo articolo è scritto in modo un po’ populista.
    Preciso che il direttore sicuramente ha mancato di tatto e di buon senso, però quando ho letto la notizia mi sono chiesto, facciamo finta che fossi io il direttore e che invece di una vecchina fosse stato un cassaintegrato a rubare un litro di latte. Cosa avrei fatto? Certo siamo tutti bravi a dire poverino, ma se a ogni poverino dovessi concedere di rubarmi qualcosa, in pochi giorni mi troverei il locale pieno di gente che si giustificherebbe dicendo “non ho soldi per pagare”.
    A tutti quelli che scrivono vergogna, augurano le peggiori cose a questo direttore chiederei, quante volte difronte a un mendicante non abbiamo fatto la carità e abbiamo guardato stizzito la persona pensando che ci stesse importunando? Non è la stessa cosa? Io non avrei messo su questa manfrina, avrei segnalato la cosa alla polizia e ovviamente non avrei denunciato la vecchina, però esorterei tutti a riflettere prima di accusare. Se la vecchina fosse entrata in casa vostra per rubare un pezzo di pane che le avreste fatto? Penso che 5 su 10 l’avrebbero mandata se non al cimitero come minimo all’ospedale. Io gestisco una pizzeria e mi è capitato almeno un paio di volte di offrire qualcosa da mangiare a persone in difficoltà ma primo perchè me lo hanno chiesto con educazione e secondo perchè capisco quanto può essere umiliante dover chiedere aiuto agli altri e sentirsi maltrattare.
    Non bisognerebbe dare troppo spazio a queste notizie e bisognerebbe far passare il concetto di essere tutti più solidali con chi ha bisogno e ricordare che il furto è sempre furto, sia una caramella che un’automobile.
    Per finire …. dico io ci dovevano pensare i poliziotti a pagare ste mentine? E tutta la brava gente che ha applaudito e urlato viva la polizia non poteva pagare una scatola di mentine alla nonnina?

  9. se mi trovavo io in quel supermercato gli rompevo il culo al direttore……. aaaaaaaaaammmmmmmmmmmm…… peccato che nn succedono a me ste cose…..

  10. Scommetto che il direttorino è uno di quei giovinastri lecchini, che tutti vorrebbero innalzare su poltrone altissime, il vecchio direttore, probabilmente in pensione si sarebbe comportato diversamente. Odio il giovanilismo a tutti i costi.

  11. Il direttore sì sarà stato troppo zelante però prima di chiamare la polizia poteva far due chiacchere con l’anziana, poi capendo la situazione gli avrebbe pagato lui le tic tac!.Ma dato che purtroppo chi è sopra di lui e ne guadagna tanti di soldi, gli avrà detto di non fare eccezzioni!.Questo perchè dobbiamo ringraziare questo governo che non risolvendo il vero problema(e sono loro il problema)con i loro faraonici stipendi incostituzionali direi io!, si ostinano a tassare ogni cosa e leggi più stupide le trovano loro!. All’anziana signora se è sola,avrei prima chiamato assistenti sociali,o se ha parenti avrei chiamato loro dicendo l’accaduto in maniera più bonaria possibile, però ognuno la pensa a modo suo. grazie.

  12. …quoto in pieno …Luca.
    Ora tutti questi ben pensanti sono inviatati a dare almeno un euro alla prima persona bisognosa che incontrano china a chiedere l’elemosina, invece di girarsi dall’altra parte.

  13. IO sono stato intervistato dal giornalista, non sapevo i fatti e quindi mi sono attenuto a quanto mi diceva.Poi sono entrato nel supermercato e parlato con commesse che conosco.La storia era diversa. La signora era stata sorpresa altre volte con prodotti nascosti e tutte le volte era stata lasciata andare e anche avvertita che alla prossima volta avrebbero chiamato la polizia. Questo è successo. Anche io ho espresso disapprovazione per il comportamento del direttore ma prima di sapere i fatti.

  14. Scusami ma meglio benpensanti che politici!, perchè sono loro in maniera indiretta a ridurla così!.Poi ripeto ognuno la pensa come vuole. grazie.

  15. Se, come dice Fabio, l’anziana aveva rubato altre volte, spero che qualcuno, nel quartiere, trovi il modo di darle una mano. A volte, non si chiede aiuto per vergogna, ma lo si accetta se viene offerto con un sorriso.

  16. Per Franco: sono il giornalista che l’ha intervistata. E le assicuro che ho chiesto anche io ai dipendenti la loro versione dei fatti. Nessuno ha parlato. Erano intimoriti dal direttore che, mentre andava in ufficio a chiudersi nella stanza driblando le nostre domande, proibiva ai cassieri di rilasciare dichiarazioni. Se la signora è andata altre volte in quel supermercato, quindi, non lo so. E quando ho chiesto alla direzione spiegazioni, nessuno ha voluto replicare. Ciò non toglie che ad ogni azione debba corrispondere una reazione proporzionata. In questo caso lo zelante direttore si è messo ad inseguire la signora, intanto parlava con il 113. “Sono alle costole del ladro, eccolo, correte, mi sta picchiando”. Quando i due agenti sono arrivati sono rimasti a bocca aperta. E hanno fatto capire all’uomo che forse un tantinino aveva esagerato. Mi domando e le domando: se invece di un’anziana spaventata si fosse trovato un delinquentone di quelli cattivi, il coraggioso direttore avrebbe avuto la forza di comportarsi nello stesso modo? C’è un detto che mi echeggia nella mente: “Forti coi deboli, deboli coi forti”. Non so perché, ma mi sembra appropriato. Se il signor Valerio avesse avuto ragione, e le cose che le hanno riferito indubbiamente cambierebbero lo scenario, poteva dirle direttamente a noi, senza dover fuggire in ufficio trascinandosi dietro il famoso e gigante cartello con la scritto: “Sono Valerio, il vostro direttore”.

  17. Le cose più insensate, le ho lette in questi commenti.
    Ma che stiamo a dire gente, questa ruba e condanniamo il direttore?
    Ma in che mondo vorreste vivere?
    Sicuramente la “ladra”, perchè tale è, ha infranto la legge, commettendo un reato vero e proprio e come tale sarebbe stata condannata, di certo non sarebbe finita in galera.
    Il reato, non paga e gli ipocriti danno noia.

  18. si è vero caro letlo ciò che dici. ma ricorda che tempo fa dalle parti mie c’è stata analoga vicenda, un ragazzo accusato da un ambulante di voler rubare, bada bene, non aveva preso, un ovetto kinder, meno di un euro. denunciato ovvio e per ben tre anni, tanto è durato il procedimento a suo carico, non ha potuto concorrere a posti nella G.diF. ……ora considera la vergogna provata dall’anziana per essere additata come ladra dal direttore e considera che io non penso nulla ma mi sarei presa il fastidio di aspettare il direttore al termine del suo servizio e, fuori dal negozio, di dargli tanti di quei calci in culo ma tanti che non poteva sedersi se non con una ciambella. questo perchè io sono stronza, lui è ligio e i poliziotti umani.

  19. Direttorini giovani che fanno gli sceriffi con le persone deboli,quando ci sono i rumeni che si portano fuori il mondo,si chiudono nei bagni! Vergogna!

  20. evitate di andare a fare la spesa a quel supermercato, boicottatelo che il vero delinquente e’ il direttore…meno male che non ero li’. gli avrei messo le mani addosso e se lo ricordava per sempre

  21. LE MAMME DEI CRETINI SONO SEMPRE INCENTE, (O, COME SI DICE DALLE MIE PARTI, 2GRAVIDE”) INVITO TUTTI A NON ANDARE PIU IN QUEL SUPERMERCATO, FINO A QUANDO QUESTO DEFICENTE E IL RESPONSABILE.

  22. Scusate ma se avesse rubato del pane perché aveva fame allora posso capire, ma delle caramelle no. No perché allora chiunque non si puo’ permettere di pagare direbbe “ma non avevo i soldi” se non li hai non le prendi, che hai 10 o 80 anni. Il direttore poteva avere un po’ piu’ tatto, parlarci prima di chiamare la polizia ma a mio parere ha fatto bene anche per future persone che sanno così che un furto non può essere perdonato. E poi Ricordiamoci che oltre al direttore che può anche aver commesso un errore ad essere così precipitoso li dentro ci lavorano dei ragazzi gentilissimi e stupendi che per colpa di questa pubblicità “brutta” magari avendo contratti a tempo determinato e calando il lavoro si vedono lasciati a casa! Penso che l’azienda provvederà col direttore, ma NON CI DEVE ASSOLUTAMENTE andare di mezzo il personale ottimo che lavora al Pam.

  23. ragazzi facciamo vedere una cosa a quelli di milano non andate piu a fare la spesa in quei negozi cosi capiscono che devo essere piu umani perche loro anche se c è crisi continuano a fare soldi a palate tagliando la produttivita non andate piu li afare la spesa

  24. e dire che alla coop dalle mie parti è anche peggio..direttori e vice molto maleducati invece di salutare il cliente si girano dall’altra parte..e dire che se sono lì e pagati e anche grazie a noi…che schifo!!

  25. Cara Marina, sapessi quanti casi simili a quello in oggetto, o quello successo dalle tue parti, potremmo raccontarci?
    Il fatto non sta li, de sti tempi la povertà sta dilagando, ma non per questo siamo autorizzati a rubare, anche un pacchetto di caramelle.
    Per motivi di lavoro, sono sempre in viaggio ed ogni volta che mi fermo a pranzare in giro, sento sempre i soliti commenti, governo ladro, politico delinquente e via di seguito…parole più o meno condivisibili, forse anche l’autrice del furto ha inveito contro i nostri governanti, quando lei, nel suo piccolo, si è comportata in egual maniera.
    Chiedere un tozzo di pane se si ha fame, non è vergognoso, rubare si, in tutti i casi.
    Per quel che riguarda la briga che ti saresti presa, sei adulta e te ne saresti assunta la responsabilità.

  26. mi dispiace ma vorrei vedere la pensione della signora come sono messi finanziariamente i figli e poi giudicherei, comunque se vogliamo insegnare ad altri le vere regole non si ruba e basta niente scuse altrimenti quella puo rubare e cosi anche mio figlio e percaso anche tutti quelli che sono poveri ecc ecc ecc

  27. che l’italia e piena di ipocriti lo sapevo ma oltre che ipocriti anche piena di imbecilli no.
    Ma vergognatevi per mettere commenti negativi e discriminatori verso chi lavora e si prende delle responsabilita`. Sono dalla parte del direttore all 100% nonostante vivo a 200 km di distanza.

  28. Il direttore sarà stato sicuramente maleducato e esagerato ma rubare é pur sempre rubare, avrei capito di più se avesse rubato un panino un frutto del latte ma delle mentine bhooo, se fosse stato un ragazzino a rubare le mentine cosa avrebbero detto i clienti?

  29. voleva farsi publicita’ il direttore ……. caro direttore una caramella dico una caramella. ma che persona sei … che vergogna per i tuoi dipendenti …… passa da casa te lo do io un euro….per la caramella ……………….idiota….

  30. La cosa bella è che sul sito e-pam.it, nella sessione “solidarietà e sociale” troviamo scritto: “Il Codice Etico contiene i principi etici a cui il Gruppo e tutti i Destinatari (Amministratori, Dipendenti, Collaboratori e Interlocutori) si ispirano nello svolgimento della propria attività” e parlano di solidarietà, norme comportamentali, buoni propositi e comprensione. Buffoni. pagliacci.

  31. Sono sconcertato nel leggere affermazioni fuori luogo! Ed è inutile fare i nomi (anche questo è fuori luogo) è facile parlare dall’alto della sicurezza e solidità di un proprio posto di lavoro, (“oggi molto raro”) tra l’altro senza un briciolo di sensibilità che va legata alla più semplice e basilare psicologia, ci sono tre fattori importantissimi da mettere in campo, l’età della persona, la sua condizione economica, il prodotto “rubato”
    1°la vecchietta non ha rubato un prodotto di valore, costoso, voluttuoso, per poi specularci sopra ricavandone del danaro.
    2° Stiamo parlando di un pacchetto di tic tac e non di una collana d’oro.
    3° l’anziana donna in oggetto ha circa 80 anni, (questo non vuol dire dare l’opportunità o il permesso di prendere senza pagare qualcosa in un negozio o supermercato che sia!) ma alla veneranda età di 80 anni si è come i bambini, quante volte al giorno accade che una mamma si reca al supermercato con il proprio bambino e quante volte il bambino alla vista di tante leccornie, d’istinto prende uno cioccolattino, una caramella o similari, quante volte abbiamo ascoltato i rimproveri di una mamma nei confronti del proprio bambino? (cercando di rimproveralo a bassa voce): Non si fà! posalo subito! oppure, visto il pianto del bambino no piccolo! questi fanno male al pancino! ( non è vero?)..eppure di educazione queste mamme ne hanno certamente impartita tanta ai loro figli! Poi c’è quella mamma che non vuol far capire ad altri che il figlioletto, (facendo una marachella), ha preso, diciamo, una caramella… ed una volta giunta alla cassa, fa presente alla cassiera che deve anche pagare le caramelle che il figlio, con caparbietà, tiene strette in mano.
    Adesso se provate a mettere nelle vostre mani, in una la caramella e nell’altra un tozzo di pane e li porgete ad bambino povero e ad una povera vecchietta/o, dicendo loro che possono prendere solo una cosa, sia il bambino che la vecchietta/o prendono di sicuro la caramella, Questo perchè ad un età, come quella della vecchietta in questione, una piccola parte del nostro cervello ( ossia una sezione, quella dedicata in parte alla memoria) ci fa comportare, in alcuni casi, proprio come un bambino, restituendoci antichi desideri!
    Nel caso della povera gente… la loro vita è fatta di cruda sopravvivenza, CERCANDO DI RACIMOLARE QUALCOSA DA MANGIARE e non possono permettersi il “lusso”di appagare l’ambito desiderio, di un pacchttino ” tic,tac” in questo caso entra l’istinto, il desiderio di avere anche loro una caramella, ed ecco che arriva l’rrazionale…. “la prendono”… (rubano- per i più pignoli). Certo è comunque un reato, ma come sopra detto, bisogna valutare caso per caso e tener conto di quei tre importantissimi fattori!
    Al di là della stupidità e la mancanza di tatto e di conoscenza psicologica di base, da parte del direttore, (conoscenza che un manager deve avere come elemento importante per lo svolgimento del proprio compito)..mi meraviglia la freddezza e la mancanza di sensibilità della gente presente al supermercato, avrebbero dovuto agire come una mamma avrebbe fatto con il proprio figlio, chiamare la vecchietta, in disparte ovviamente, rimproverarla per il fatto compiuto, ricordandole che è un reato ed ottenere dalla vecchietta la promessa di non farlo più, poi andare alla cassa e pagarle il pacchettino di “tic tac” (Stiamo parlando di 0,80 centesimi)
    Mio malgrado vedo e leggo che ancora oggi 2012 vige la legge del dio denaro e di fedeli ce ne sono ancora moltissimi! Alla fine della loro vita non saranno certamente loro a godere del patrimonio accumulato, ma i loro eredi!!!!!! C’è una vecchia e significativa frase di un tirchio incallito che recità più o meno così: avevo vent’anni e non avevo una lira, adesso che ho accumulato la lira ma non ho più vent’anni! Vivi nel lecito e fai vivere, secondo la tua coscienza!, questa è l’unica vera legge della vita!

    P.S. Se rubare un pacchettino di “tic Tac” è un così grave reato che merita tante discussioni e tanto scrivere in questo sito. Vogliamo parlare del nostro governo e di chi ne fa parte????

  32. Se io fossi una pensionata indigente/cassaintegrato … o comunque una persona in difficoltà, non ruberei certo delle mentine!!! Probabilmente se avesse rubato del latte, una confezione di carne o del formaggio o qualcosa del genere la sua indigenza sarebbe stata più “credibile”. Bene ha fatto il direttore a fermarla e a chiamare la polizia. Rubare è sempre e comunque sbagliato, a prescindere. Personalmente ritengo sia molto più umiliante essere sorpresa a rubare che chiedere l’elemosina o entrare in un negozio e chiedere del cibo. Io a Milano ho fatto questo esperimento: quando agli incroci mi capitava il mendicante di turno, invece dei soldi gli davo crackers o merendine. Capivo subito chi mendicava per fame (sua o della famiglia) o chi per fare benziana al mercedes (suo o di altri).

  33. Se il Direttore è riuscito ad eliminare il Taccheggio nell’esercizio da lui gestito (in media il taccheggio varia dal 2 al 5% del fatturato) lo assumo io. Ma mi faccia il piacere….

  34. 78 cent oggi, 78 domani, a fine anno quanti soldi sono? Moltiplichiamoli per tutta la gente che ruba e non viene “beccata” quanto grava sul bilancio annuale? E ancora, se venissero a rubare a casa vostra sareste tutti così buonisti o vi girerebbero le balle? Ha ragione il direttore, un furto e’ un furto e come tale va punito! Tutti sti parla parla avrebbero bisogno di qualcuno che gli entra in casa e ruba qualcosa poi vedi come ci pensano a sparare sentenze!

  35. Pingback: Quando lo spread è culturale | Chiara&Tondo's Blog

  36. Per XERIO che Scrive l’
    11 giugno 2012 alle 10:41

    Ma ti prego di maturare e riflettere, ma ti rendi conto di quelo che scrivi?? ma come puoi dire che una persona anziana(salvo prova di infermita’) possa essere come una bambino? anzi proprio perche’ essa ha 80 anni ed ha esperienza di vita, e i giovani dovrebbero prendere esempio ecc…. proprio per questi semplici ma importanti motivi che essa ha fallito nel essere matura e responsabile e che e` di cattivo esempio per i giovani, non so se sono stato chiaro…nessuna punizione per questa signora a parte portarla in questura e farli una romanzina ma farla passare per angelo no non ci sto.
    Poi ti domandi come mai cosi tanto scalpore su questa vicenda? lo scalpore non lo fa la signora che ruba ma gli ipocriti e imbecilli come te che continuano a dire baggianate su questo blog a fare scalpore

  37. Dopo tutte queste riflessioni, ve ne siete persa una, la più importante!
    E se questo racconto qui sopra fosse stato formulato con tanta immaginazione omettendo i veri e reali fatti accaduti????
    Se mi son soffermata a scrivere questo è perchè è orribilmente schifoso vedere come vien manipolata e camuffata la verità.. non è tutto oro ciò che luccica (la polizia). Prendere sempre tutto con le pinze gente!!!!!!!!!!!!!!

  38. egreggi signori do ragione a molti lettori che forse il direttore abbia peccato di sensibilità ma ha fatto bene prima per il punto che siano 78 centesimi ho 100 euro e un furto e va punito,come dice l’amico che scrive su e vero che la signora era stata già fermata e avvisata di non entrare più nel supermercato , poi per il fatto che non aveva soldi per pagare le caramelle ho fortissimi dubbi “”LA SIGNORA VI FACCIO PRESENTE ABITA IN ZONA VIA ARCHIMEDE ,PIAZZA 5 GIORNATA E PER QUANTO MI RISULTA SIA IN VENDITA CHE IN FITTO UNA PERSONA NORMALE PENSIONATA ECC NON PUO PERMETTERSELO cerchiamo di ragionarci su GENTE , inoltre per il settore in cui lavoro (sicurezza ) nei supermercati, per gente come la signora che rubano , colleghi con famiglia hanno perso il posto di lavoro e sono tutt’ora disoccupati ,questo per essere Umani ?? nooo
    AL DIRETTORE HAI FATTO BENE NON HAI FATTO NULLA DI SBAGLIATO NON MOLLARE E CONTINUA COSI .
    PER LA GENTE CHE E DELLA ZONA FATELA FINITA E NON ROMPETE , FATE TANTO I GRADASSI POI FATE STORIE E VI FISSATE PER AVERE 10 CENTESIMI DI SCONTO
    TUTTO QUESTO PERCHE ? PERCHE’ IL DIRETTORE ATTUALE NON VI LECCA IL C….O COME L’ALTRO ???

  39. Ragazzi la verità è molto molto diversa…ero presente quando sono intervenuti,non è andata assolutamente come scrivono i giornali..senza contare che la cara signora aveva rubato ben più che una mentina,e assicuro che rubava diverse volte a settimana,sono un cliente abituale e il direttore la faceva sempre uscire regalandole quanto preso!questa storia è assurda,sa di autopromozione!

  40. DON, sono perfettamente d’ accordo con te, anche se poi il fatto che il direttore abbia peccato di sensibilita’ e’ tutto da vedere in quanto la chiamata al 113 credo sia registrata e possa confermare solo chi di dovere il vero accaduto. Conosco bene quella zona e le persone che ci risiedono effettivamente hanno un tenore di vita alto o comunque adagiato ti basti pensare che solo per avere un affitto serve una buona referenza e una fideiussione bancaria … mi chiedo … se al posto della “tenera” “indifesa” “povera” anziana ci fosse stato un operaio, un disoccupato, una mamma sola senza lavoro si sarebbe alzato un polverone cosi’? e credo con tutta sincerita’ che questa categoria avrebbe fatto un furto per un pezzo di pane… PER FAMEEEEE… non per un peccato di gola … e comunque l’anziana signora si dice che e’ recidiva nei furti del supermercato … questo non si diceeeeeeeeeee ehhhhhhhhhhhhh mah … viva l’Italia !!!!!!

  41. Caro Xerio, rispetto il tuo pensiero, anche se non lo condivido, se proprio proprio vogliamo tollerare un furto, beh, tollererei il furto di un tozzo di pane, certamente non il furto di un pacchetto di tc tac, per quel che riguarda poi la giovane età equiparata a quella veneranda, non dirlo troppo forte, già i nostri cari politici stanno facendo man bassa, non legittimiamoli però. 😉

  42. quando leggo queste notizie…mi viene sempre un brivido….78 centesimi non sono quasi niente ma pensare che per una signora anziana sono invece troppi….fa commuovere!bravi i poliziotti per questo bellissmo gesto!

  43. DOVEVA ESSERE PRESA A MANGANELLATE STA VECCHIA DI MERDA…INCOMINCIAMO A ELIMINARE UN PO’ DI VECCHI CHE SONO UN PESO PER LA SOCIETA’…E ELIMINIAMO ANCHE GLI STRANIERI…LA POLIZIA DEVE AVERE LICENZA DI UCCIDERE!!!!

  44. e assurdo una cosa orrenda prenderla con una persona anziana per un pacchetto di caramelle per me lo stesso padrone del negozio doveva regargli le caramelle alla signora anziana senza chiamare la polizia e farla piangere a volte la gente non capisce

  45. Buongiorno Maurice,le do atto che quella da me scttira e8 sicuramente un’opinione personale come del resto credo risultasse evidente.Qualche esperienza di camper e fuoristrada la ho anche io (prima volta nel Sahara nel 1979 con Land Rover ed Air Camping)ed in camper ci sono praticamente nato.Sono pronto a cambiare impressioni sul Daily allestito da Bimobil. Anzi inizio a rispondermi da solo. Probabilmente e8 stato considerato che la rigidite0 del telaio Daily non necessite0 di un montaggio libero della scocca. Questo puf2 anche essere vero e voi sicuramente l’avete sperimentato ma io ho visto Daily 4 4 (2b0 serie) furgonati spezzarsi proprio alla giuntura cabina vano furgonato dopo i primi 500 km di pista e da qui viene forse il mio pregiudizio sui montaggi rigidi.La ringrazio per ogni delucidazione ed informazione che potre0 darci in merito.Paolo Zaccheo

  46. Mettersi nei panni di chi è costretto a fare il suo dovere e riflettere prima di scrivere… La stampa manipola per comodo e notizia e invece di realizzare che rubare e’ comunque sbagliato… Ci si preoccupa di accusare chi magari in altre mille occasioni ha gestito egregiamente l’accaduto… Vorrei veder qs persone così solidali e brave a puntare il dito… Nella vita quotidiana alla vista di qualcuno bisognoso… Quanta ipocrisia… Chissà quante volte e in quanti luoghi qs fatti sono successo senza un giornalista pronto per uno scoop… Serve dare esempio… È ragionare invece sulla precaria situazione italiana o semplicemente sul vizio di qualcuno di rubare… Prima di esprimere opinione occorre valutare… Io conosco il supermercato e chi ci lavora… È tutto e’ davvero schifosamente strumentalizzato per propri comodi di lavoro. Complimenti al giornalista… Che è’ rimasto in superficie rovinando il lavoro di chi cerca di dare l’esempio in un mondo difficile dove il giustificativo “non ho i soldi” e’ pericoloso.. Mi spiace per la vecchia ma le mentine non le servivano.. Sostengo il direttore augurandomi che sia circondato da persone che lo assolcano, visto che ha avuto la sfortuna di trovarsi con una pubblicità meschina… Chissà quale la verità… È quanti ipocriti ci sono al mondo… Che reagiscono con violenza verbale.. Qs la vera tristezza… Chi non ha mai peccato scagli la prima pietra

  47. Buongiorno a tt…vorrei lasciare un commento riguardo quello che è successo alla Sig.Angela:innanzitutto è una vergogna il comportamento del direttore del supermercato,ok nn bisogna rubare questo ci hanno insegnato fin da piccoli xo’in questo caso specifico doveva mettersi una mano sul cuore…ma xk nn le ha pagate lui le caramelle???io al posto suo le regalerei tt le settimane un buono spesa x sopravvivere se nn altro almeno un minimo di aiuto se nn si puo’ fare di +…Vorrei tanto contattare la signora in questione x aiutarla come posso anche xk nn è che io sia messa tanto bene ma un aiuto potrei darglielo volentieri…So’ cosa vuol dire nn sapere cosa dare da mangiare ai tuoi figli domani ma nn ho mai chiesto nulla a nessuno… chi avesse notizie riguardo i dati anagrafici della signora x favore me li faccia avere nn so’ come contattare la redazione…Grazie a chi vorra’ rispondermi…Buona giornata a tt…Stefania

  48. io ho un negozio di suvenir e tutti i giorni sono a rincorrere qualcuno e fargli pagare 3 volte il valore della roba posso capire chi ruba una mela ma rubare una calamita esposta con fiducia al pubblico di voi stronzi cleptomani, e poi che cazzo te ne fai di un magnete te lo inzuppi nel latte perche non hai da mangiare o secondo me e il gusto di farlo,
    io con il magnete compro le mele e la pasta per mangiare tu che cazzo fai la rivendi a chi.
    non ha esagerato a fatto bene perche non e detto che chi ha una attivita sta meglio di voi.
    certo sono 0.78 cent ma sono miei e non di chiunque decide che tanto per 0.78 cent che sarà mai e un caffe in meno che posso concedermi e chi siete voi per negarmelo se lavoro onestamente magari se chiede un panino puo darsi gli e lo pago io ma cosi e da infami giovani medi e anziani che siano ok.
    e sei io ragiono cosi prendo i tic tac dal fornitore che non pago ,tanto, lui li prende dal grossista che non paga, tanto, cosi come tutto ok.
    facendo cosi chi di voi cazzoni avrebbe in futuro un lavoro e rispondete

  49. ….il mio commento arriva solo dopo svariato tempo….ma è stato interessante ed educativo leggere le varie opinioni delle persone perchè prendendole tutte insieme si ha uno spaccato dell’italia com’è adesso, come se volessimo congelare in un’istante il pensiero dell’italiano medio. CAOTICO. Non sappiamo nemmeno noi quello che è veramente successo ma ci sentiamo in diritto di criticare….nel bene e nel male.
    Rubare è reato? SI…..ma se allora rubare è reato dobbiamo arrestare e sbattere in galera sia chi ruba una mentina che chi ruba 1 milione di euro…..eppur nella stragrande maggiornaza dei casi si verifica solo il primo caso e non il secondo. Allora mi monta la rabbia al cervello…..e mi vien da pensare che se rubi per fame e perchè hai una pensione da miseria sia si reato, ma punibile con un gesto di altruismo……un’anziana di 76 anni che è costretta dalle circostanze a rubare va OBBLIGATORIAMENTE aiutata……non ci sono scuse! Come possiamo pretendere che le cose migliorino nel nostro paese se non siamo in grado di aiutare uno sconosciuto? Chiunque e ribadisco chiunque ha il potere di aiutare, basterebbe un solo gesto UMANO al giorno per fare la differenza ed invece scegliamo di non vedere quello che ci sta davanti, abbassiamo lo sguardo o ci immergiamo nel colorato schermo di un telefonino, e ci giustifichiamo dicendoci che non sono cavoli nostri. E poi quando arriva Natale ci ricordiamo di essere più umani….ma non basta…..bisogna coprire gli altri 364 giorni. La cosa che mi logora è che basterebbe tanto poco per fare la differenza, ma abbiamo il cuore logoro ormai e non ci ricordiamo più quanto è piacevole la sensazione di dare una mano senza trarne guadagno alcuno. Personalmente continuerò come una giovane marmotta a fare la mia buona azione quotidiana, sembrerà anche puerile ma quando chiudo gli occhi la sera il mio cuore è calmo ed una splendida sensazione di calore mi avvolge. Un bacio sulla fronte a nonna Angela – resa birbante da una società ormai cieca e sorda che cerca mille soluzioni per uscire da una crisi generata dalla propria dabbenaggine….

  50. Buonasera Sig.Enrico,
    Sono rimasta colpita dal suo articolo mi piacerebbe aiutare una sola vita nella mia vita questa donna..senza alcun secondo fine. Un semplice aiuto che io ho ricevuto molte volte da perfetti sconosciuti.
    Visto che il suo lavoro sicuramente le permette di avere molte informazioni, sicuramente conosce l’indirizzo ed il cognome di questa signora, se non le chiedo troppo mi potrebbe semplicemente inviare (nella mia mail) delle informazioni per poterla rintracciare..le ripeto che dietro a tutto cio’ non vi sono secondi fine..ma solo continuare una vecchia tradizione insegnatami da mio padre…. Si chiama aiutare il prossimo.
    Un sincero ringraziamento per il suo tempo e per un eventuale suo riscontro.
    Cordiali saluti.
    Serena.

  51. Ho lavorato come antitaccheggio nei supermercati e quando mi capitava di vedere vecchietti che si intascavano un pezzo di formaggio o un pacco di biscotti neanche li fermavo per la pena che mi facevano, e una volta mi é capitato di fermare una “sciura” distintissima a rubare materiale multimediale. Morale? Quest’ultima era cleptomane e non potevamo fare altro che scrivere nel rapportino “merce recuperata”. Bah.

  52. Per lucilla migliorini ciao Lucy sono io marta, sono d’accordo con te io l’ avrei aiutata la vecchietta l’ avrei ospitata a casa mia non c’è’ dubbio . ti voglio tanto bene. A domani. Marta

  53. Sono rimasto impietrito davanti questa notizia, gestisco una struttura Alberghiera a Villetta Barrea (AQ) nel parco Nazionale d’Abruzzo e vorrei invitare questa Signora a trascorrere le vacanze Natalizie qui da noi. Rimango a disposizione della redazione. Massimo Bolini 3804727553

  54. Vergogna al giovinastro di niente Valerio, rifiuto chiamarlo signor direttore. Che peccato Che sto qui negli Stati Uniti, se mi avrei trovato al Pam e sarei stata li di prima persona, avrei fatto una grande spesa per Nonna Angela, le migliori cose del Pam, e l’avrei adottata, inviare dei soldi? Non mi fido di nessuno, chi lo sa in Che tasche vanno a finire, ma qualche persona Che sta vicino lei Che se ne prenda cura di Angela, qui negli Stati uniti si sarebbero fatti avanti per aiutare tutti I clienti del Mercato, yay!!! To the wonderful United States!!!

  55. Lucilla sono d’ accordo con te e’ una vergogna che il direttore si è’ comportato male ti voglio tanto bene e ti capisco . Un bacio a domani alla piscina idea blu . Ti voglio tanto bene perfavore rispondimi con un sms . Un bacio. Marta sei simpatica e la migliore di tutti. Marta

  56. Lucilla ciao sono marta sono d’ accordo con te il direttore e’ un maleducato dovrebbe vergognarsi io ti voglio bene. Un bacio. Marta ps rispondimi

  57. Che gente di merda esiste in italia, chiamare la polizia per un furto di caramelle contro un anziana!

    Strano che sta volta sia la polizia ad essere buona, solitamente sono loro o i carabinieri a fare le peggio nefandezze nei confronti di vecchietti e deboli.

  58. Se la signora Angela avesse anche un cognome e 1 indirizzo, sarei disposta a mandarle un pacco con generi alimentari a casa sua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *