Era in comunità, ma rapinava prostitute Arrestato il terrore delle “belle di notte”

Era stato mandato in comunità di recupero, invece, di nascosto, usciva ed andava a rapinare le prostitute. Un 29enne di Milano è stato arrestato dalla polizia stradale di Cremaa Sant’Angelo Lodigiano. La tecnica era semplice: l’uomo si appartava con una squillo, poi, all’improvviso, un complice sbucava dal sedile di dietro e puntava il coltello alla gola delle ragazze.

Una volta rubati i soldi i due scaricavano la donna e fuggivano. Molti i colpi che potrebbero avere messo a segno i due criminali, ma solo due quelli denunciati e confessati. La polizia ha arrestato solo uno dei due banditi, il secondo è ancora in fuga.

Ai responsabili gli investigatori sono arrivati grazie alla testimonianza di una lucciola che ha fornito identikit e numero di targa dell’auto con cui i due si muovevano. Nel giro di poche ore gli agenti hanno localizzato la macchina e fermato il conducente che era fuori dalla comunità di recupero senza permesso dei sanitari. La polizia ha lanciato un appello alle prostitute della zona: chi ha subito una rapina la denunci.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

3 risposte a “Era in comunità, ma rapinava prostitute Arrestato il terrore delle “belle di notte”

  1. ha!!! non togliamo dalla strada ste donne !!! arrestiamo solo chi da fastidio alle prostitute! e magari tra un paio di anni ci pagheranno anche le taqsse(pizzo) allo stato ! COMPLIMENTI ITALIANI!!!!

  2. visto che non si riesce a non farle prostituire in mezzo alle strade con tutti i pericoli…non sarebbe meglio dagli un posto sicuro e farle pagare le tasse anche a loro in tutta traqualità.
    le femministe non dovrebbero lamentarsi visto che tanto sono lì tutti giorni e notti sogetto a tutti i soprusi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *