Cesare Battisti trattato come un trofeo di caccia Ma anche i colpevoli devono essere rispettati

di Enrico Fedocci
Le immagini che mostrano Cesare Battisti come trofeo di caccia sono quanto di più vergognoso abbia visto negli ultimi anni. E non parlo di lui che scende dall’aereo a Ciampino a favor di telecamere. Perché quelle immagini – intendo quelle in pista scortato dalla polizia – rendono il senso delle cose, di una fuga di decenni terminata, dell’impunità e dell’arroganza del terrorista finalmente rimasto senza il sorriso beffardo che aveva mostrato tutte le altre volte che l’aveva scampata.

 

Un giusto tributo, quindi, la sintesi del fatto, perché ci mostra un criminale nel momento in cui si appresta a pagare il proprio conto: giustizia è fatta. E di questo bisogna ringraziare il pool investigativo italiano che è stato capace di stanare il latitante e riportarcelo. Una forma di rispetto soprattutto nei confronti delle vittime del colpevole Cesare Battisti e dei loro familiari.

 

Ma che agenti della Penitenziaria e agenti di Polizia di Stato si passino la staffetta e che quella staffetta venga mostrata in un video non ha alcun senso, non aggiunge nulla alla giustizia. Soprattutto se quel passaggio del prigioniero da una mano all’altra è l’occasione per gli agenti per farsi le foto ricordo. Lui resta lì, aspetta, non protesta. Aspetta che facciano ciò che vogliono di lui.
 
Io penso che Cesare Battisti non abbia avuto rispetto degli altri, uccidendo, fuggendo e sottraendosi alle conseguenze dei crimini che ha commesso. Ma quegli agenti in posa sono indegni di un Paese civile. In quelle foto non c’è rispetto della dignità umana. Anche se la dignità da rispettare è quella di un assassino. Noi siamo migliori di lui. Noi dobbiamo esserlo. Il selfie col terrorista, proprio no, potevano risparmiarcelo.
 
GUARDA IL VIDEO LINKATO QUI SOTTO

98 risposte a “Cesare Battisti trattato come un trofeo di caccia Ma anche i colpevoli devono essere rispettati

  1. Con quale coraggio ci si indigna per Battisti: Enzo Tortora la mattina del suo arresto venne fatto uscire dalla questura in manette, prima di aver avuto la certezza che fossero presenti tutte le testate giornalistiche, quindi sbattuto in prima pagina.
    Per cortesia, un po’ di coerenza e rispetto.

    • Attenzione, a parte che l’esibizione di Tortora non fu un atto meritorio. Se lei ha la pazienza di leggere per intero l’articolo, vedrà che io faccio una distinzione: io critico la foto degli agenti con il condannato. Questo contesto. Non altro. Legga bene l’articolo e concorderà

      • Leggendo l’articolo in effetti è come dice lei, pur comunque non condividento il pensiero. Vogliamo quindi parlare del titolo acchiappa click?

          • Il sig Battisti e’ un deilnquente della peggior specie …non vedo quale pietà e rispetto portare vs una persona che ha fatto del male e e’ fuggito dal suo paese per evitare condanne …mi dispiace nessun pietismo …gli agenti non lo hanno maltrattato o fatto tortura su questo uomo (questo e’ inqualificabile) lo hanno semplicemente messo alla ‘Berlina ‘ ….e mostrato al pubblico ludibrio ….e non lo vedo affatto sofferente ..
            Mi dispiace Fedocci personale pensiero mio ci mancherebbe …ma nulla di scandaloso …

          • Ho visto il video.
            Personalmente la vedo in modo diverso. Pur avendo il beneficio del dubbio sul fatto che Battisti sia o meno una pedina di un piano più grande come scrivono alcuni (e fatico un po’ a crederlo), negli ultimi anni ho visto cose ben più vergognose di questo.
            Essendo un caso mediatico corredato da fuga da quasi 40 anni, i “selfie” servono a render merito a chi ha partecipato all’operazione, non sono certo selfie col primo turista che passa di lì. D’altronde non sono selfie personali, ma foto che documentano chi ha partecipato e in che modo.
            Ricordo ancora le fotografie delle fdo sorridenti alla cattura/uccisione di Pablo Escobar. Con la scia di morte che il soggetto si era lasciato dietro, dubito qualcuno, se non i parenti, si sia mai posto il problema etico della foto col ricercato.
            Tra titolo gonfiato e frase in grassetto, caro Enrico, credo proprio sia eccezionalmente esagerato e non mi trova assolutamente d’accordo con Lei.

          • Guardi, tutto si può dire tranne che la Penitenziaria abbia partecipato all’operazione. Quindi, la foto con Battisti è puro esibizionismo. Per quanto riguarda Escobar, quelle con Gheddafi, quelle foto lì, insomma, ha afferrato pienamente il concetto. Noi vogliamo imitare quella cosa lì? Quando andai in Iraq un capitano iracheno tornato da Mosul mi mostrò orgoglioso le sue foto in posa con i terroristi dell’Isis uccisi. Si trattava dei tagliagole. Lui con i piedi sopra la loro faccia, morti. Mi fece orrore. Pensai fosse una cosa da selvaggi. Nel caso di Battisti non siamo ai livelli del capitano iracheno, sia chiaro, ma non è elegante ciò che è stato fatto in quella stanza. Noi siamo meglio di lui. E se lui rideva quando veniva negata la estradizione, noi lo arrestiamo e portiamo in galera. Senza orpelli.

          • non fate altro che criticare. questo signore ha ucciso 4 persone e voi vi attaccate alle stupidaggini…mah vergognatevi!!!

          • È solo un assassino… alle sue vittime non è stata data nessuna possibilità e nessun rispetto. Lui è parso nel video trattato bene, le foto di rito sono giuste, lo stesso fecero con Totò Riina… un normale passaggio di consegne… deve essere esibito ai cittadini come trofeo, perché già giudicato colpevole dal popolo italiano attraverso i suoi legittimi rappresentanti in tribunale esibito come criminale nemico della democrazia è del popolo, un feroce assassino!!! Le foto dignitosissime, la persona è trattata bene, siano un monito per i posteri… Onore alle vittime ❤️

      • Quanta ipocrisia sig. Fedocci nel difendere la dignità di un delinquente indegno a cui i poliziotti hanno dato la caccia per 37 anni,e quanta assurdità nel criticare gli stessi poliziotti che vergognosamente definisce indegni perchè, per una semplice ma importante gratificazione personale si fotografano con la la loro preda(già successo con capi mafiosi e delinquenti) finalmete catturata che come dice lei,.resta li,aspetta, non protesta.(poverino che umiliazione))Mi viene in mente una battuta di Totò:
        MA MI FACCIA IL PIACERE ..!!..

        • Guardi che confonde un po’ di cose. Primo: era già stato esibito mentre scendeva dall’aereo. Secondo, la Penitenziaria quale ruolo ha avuto nella cattura?

          • La Penitenziaria è un corpo dello Stato e nella foto gli agenti si sentono orgogliosi rappresentanti di questo Stato finalmente vittorioso, mostrando la preda catturata dopo una caccia durata 37 anni..Io non confondo, nulla, ho vissuto in tutti questi anni la tragedia di questi terroristi rossi o neri e non meritano assolutamente nulla se non disprezzo.e umiliazione, provi a chiederlo ai parenti.delle vittime… Lei non hai diritto di definirli Indegni,invece di fare il buon moralista….

          • Non ci si sente orgogliosi per la foto. Ci si sente orgogliosi, semmai, dopo avere dato due giri di chiave al cancello della cella. L’esibizione è medioevo. Non critico le immagini fatte sulla pistw perché hanno un senso e possono essere di monito. Ma le foto nella stanza sono un errore, di comunicazione e civico. La Penitenziaria non ha responsabilità. La responsabilità è dei singoli che si sono fatti la foto.

        • A chi commenta indignato, sfugge che un paese civile si distingue da un paese barbaro anche per la sua capacità di trattare civilmente i delinquenti, compresi gli assassini. Il carcere è la pena prevista dal nostro ordinamento giuridico per i delitti commessi, non l’esposizione alla curiosità pubblica o la pubblica gogna. Nè l’aver commesso dei delitti autorizza lo Stato o le istituzioni a utilizzare coinvolgere la persona che ha commesso delitti in attività che servono solo a un proprio soddisfacimento personale. Quelle che il sig. Latorre sono stupidaggini, sono l’essenza della civiltà.

          • ah beh, sig,ra Balena, se lei pensa di vivere in un paese civile a prescindere da questo porco che di nome fa battisti…dovrebbero svegliarla…vive in un mondo o pianeta parallelo…ma non in questo…

      • Lei critica la foto degli agenti con il condannato. Appunto Battisti è sceso dall’aereo senza manette, è stato pure rivestito con dei vestiti invernali, e si lui era in piena vacanza estiva, Cosa altro vuole di più, che gli diano anche la medaglia al valore? E’ un arresto di un terrorista .Punto. Per caso avrebbe pure potuto protestare a sua detta il prigioniero? Mah non capisco più il senso di giusto e sbagliato.Povera Italia

      • anche i criminali devono essere rispettati? può scrivere così solo uno che non è stato colpito direttamente. dimentica la vita e le prese in giro di questo assassino negli ultimi anni? io le manette le avrei messe anche alle gambe e al collo

        • No. E’ evidente che in uno Stato di diritto non possono decidere i danneggiati delle sorti degli aguzzini. Noi siamo meglio dei criminali e rispettiamo la dignità anche del peggiore. Dopo avergli inflitto la giusta pena. Quello che hanno fatto gli agenti della penitenziaria, la foto come con un trofeo di caccia, non è degno di persone civili.

      • Ma falla finita e pensa ai genitori di quelle persone che ha ucciso, chiedilo a loro…. uno così Meriterebbe tutti i giorni e tutte le ore della sua vita ad esser deriso davanti a tutti.

      • e allora cambia il titolo se no dai in anticipo una una chiave lettura diversa dal contenuto dell’articolo . Il titolo conta molto, è come la vetrina di un negozio.

        • Questo è un commento. Quindi, l’articolo deve sintetizzare il contenuto del pezzo. Non deve essere neutro, semplicemente perché ho esposto il mio pensiero

      • Dopo mesi di esposizione in una vera gogna ubicata alle intemperie, e posta a rotazione davanti alla casa delle sue vittime, la pena capitale sarebbe cosa buona e giusta.
        Sia per lui che per gi amorali che difendono questo tipo di persone..

      • Io penso , signor cronista, che se davvero si vuole punire chi di fa i selfie con un criminale, è nn guardare queste foto.
        Dopo l’arresto , quando leggo titoli su Battisti volto pagina: lei invece mi ha incuriosito e ho letto!!!
        Dopo che giustizia e stata fatta, Battisti per me è destinato all’ oblio.
        E se nn vuole incrementare la vanagloria di questo assassino, farebbe bene a condannarlo all’oblio anche lei: altrimenti diventa come gli agenti.
        In cerca di notorietà !!!

        • io credo proprio che si stia esagerando, parlare di diritti di questi terroristi, che hanno goduto per decenni della solidarietà di una certa sinistra, che hanno goduto di protezione politica ed aiuti economici dalla sinistra italiana, è veramente vergognoso, è un insulto all’intelligenza di un popolo che ha gia giudicato quel verme che non merita nessun rispetto. indignarsi per lui e avere un comportamento solidale con tutti gli altri come lui ,non è democratico, anche questo atteggiamento è terrorismo, l’unica cosa è ignorarlo e non parlarne più,

    • La legge da allora è cambiata. In meglio. Battisti è e resta un criminale che deve scontare la pena fino all’ultimo giorno. Non vi è dubbio che vi sia stata una eccessiva spettacolarizzazione della vicenda.

    • Indignazione sempre per la vanità dell’essere umano, soprattutto quando è chiamato a svolgere, nel bene e nel male un ruolo “pubblico”, che appartiene a TUTTI .

    • Ma quegli agenti in posa sono indegni di un Paese civile
      L’articolo 21 è l’articolo della Costituzione italiana dedicato alla libertà di manifestazione del pensiero.

    • Sono perfettamente in linea con Fabio, chi si rende responsabile con lucida follia di efferati delitti non merita considerazioni di sorta. Gli agenti mostrano infine un criminale che per anni è sfuggito alle patrie galere e sarebbe ora che il buonismo in tutte le circostanze venga un tantino fatto arretrare

    • Ma stiamo parlando di cosa chiediamo alle famiglie delle persone uccise da battista.. O vogliamo parlare di quando stava al sole del brasile e si faceva fotografare e intervistare con sorriso e birra gelata alla faccia dei familiari del sue vittime.??? Non capisco le assurdità e l ‘ipocrisia delle persone…

    • Buongiorno, io sono convinto che dignita’ e rispetto non sono per battisti, ma certamente insieme alla peofessionalita’ sono il risultato di chi rappresenta lo stato e chi rappresenta questo stato che non e’ certamente giustizialista deve avere un comportamento distaccato privo di enfasi e di spettacoli da selfie. Al di la’ del fatto che oggi e facile stare accanto a un delinquente arrendevole vecchio e malato, non so se trenta anni fa l’atteggiamento sarebbe stato uguale. Complimenti per l’articolo

  2. In questi 37 anni di latitanza il sig. Battisti non si è mai tirato indietro quando veniva ripreso a convegni con pezzi grossi della cultura francese, a feste , mentre balla con la vecchietta o mentre passeggia beato sulle spiagge brasiliane o mentre beve boccali di birra.
    E non mi venga a dire che lo stato deve essere al di sopra di questi comportamenti. Il sig. Battisti ha preso per i fondelli milioni di italiani.

  3. Invece scrivendo queste corbellerie si palesa un grande rispetto per i parenti delle vittime e per il lavoro svolto da polizie di tutto il mondo che si sono adoperate per riconsegnarcelo

  4. questo articolo personalmente è stato scritto “giusto per..” scrive qualcosa…ma di cosa vogliamo parlare ? una persona condannata … che ha fatto il latitante per 37 anni !!!! ma cortesemente scriviamo articoli co un senso e non interpretiamo una foto come se i poliziotti diventano criminali ed il criminale diventa poliziotto!

  5. Ha ragione e deprovevole
    In Italia riusciamo a rovinare ogni cosa
    Mi sento di esserle vicino in questo ragionamento che secondo me è il più corretto
    Cercare di mostrare il trofeo dovrebbero vergognarsi dovremmo vergognarsi
    Questo ci fa capire il livello culturale che abbiamo raggiunto

  6. Fedocci, fatti curare!
    Chiedi se Pierluigi Torreggiani, o il fratello dell’agente Campagna, o gli altri famigliari delle vittime di questo assasino sono d’accordo con i tuoi deliri.
    L’ordine dei giornalisti dovrebbe cacciarti prr indegnità.
    VERGOGNATI!!!

  7. Qualsiasi mediocre studente che abbia letto un libro di educazione civica capirebbe che queste foto identificano il ruolo dello stato. Polizia e Carabinieri se si permettono di fare foto, non lo fanno di certo per pavoneggiarsi sui social ma per confermare il “contratto sociale” che unisce cittadini e apparato statale. Noi paghiamo le tasse, in cambio di ricevere alcuni servizi primari, tra questi il diritto alla sicurezza. Quindi, voglio vedere in foto anche dove va a defecare questo criminale e certi “giornalisti” dovrebbero ritornare a studiare (consiglio il Leviatano di Hobbes)!

    • Mi scusi, non è esatto. La paternità dell’operazione è della polizia di Stato e dei Servizi, non della Penitenziaria. Ciò a cui lei fa giustamente riferimento è avvenuto al momento dello sbarco dall’aereo. Ma l’avevo specificato nel pezzo che mi domando se abbia letto nella sua interezza o se sia sia limitato a leggere il titolo e a guardare le foto.

      • Non so se rispondeva al mio quesito.
        Ho letto tutto il Suo scirtto e per l’appunto riporto quando da Lei indicato: “Ma che agenti della Penitenziaria e agenti di Polizia di Stato si passino la staffetta e che quella staffetta venga mostrata in un video non ha alcun senso, non aggiunge nulla alla giustizia”. Certo che ha senso, proprio per i motivi che ho segnalato nel mio intervento.

        • Forse non sono stato chiaro, per cui chiarisco ulteriormente il mio pensiero. Mostrare Battisti che scende dall’aereo accompagnato dalla polizia è un messaggio sufficientemente forte per dare il buon esempio, per rendere giustizia a chi ha sofferto, affinché sia anche di monito. Ma la scena del video che la invito a guardare sul mio blog (non riusciamo ad inserire il video nel pezzo non so per quali accidenti tecnologici. Lo trova cliccando qui e scorrendo la pagina. https://www.facebook.com/enricofedocciblog/ ) è vergognosa. La polizia Penitenziaria che non ha alcun avuto alcun ruolo nell’arresto si mette in posizione, alternandosi alla polizia di stato che ha già scortato il latitante arrestato. Sputiamogli in faccia, allora. Cos’è uno sputo in confronto agli omicidi?

          • La ringrazio del chiarimento e dell’attenzione. Anche se pur di spirito cattolico confesso che non mi vergognerei di dare qualche ceffone e non solo morale ad un personaggio del genere. Al di là di tutto, apprezzo la Sua sensibilità (ingrediente indispensabile nella professione giornalistica), ed il Suo andare “controcorrente”. Un abbraccio.

          • Sig. Fedocci le rammento che quando un essere come Battisti viene arrestato e diventa un detenujto, passa alla Polizia Penitenziaria. Punto. Quanto Lei sta continuando a difendere, è, grottesco. E’ una critica che non ha ne capo ne coda, ma resta solo un fatto gli uomini ammazzati da questo terrorista, che spero paghi per le sue malefatte, a maggior ragione che non ha mai mostrato segni di pentimento.

          • Ma cosa c’entra? Gli facciamo le foto con tutti quelli che incontra? Una foto deve avere un significato. Siamo noi giornalisti che riprendiamo gli operatori di polizia mentre fanno le cose, non sono gli operatori di polizia che si mettono in posa come in una fiction

  8. Battisti ha fatto la bella vita per 37 anni lasciando morti e persone menomate per causa dei suoi crimini! Ha preso in giro paesi, governi perché si sentiva protetto da qualcuno che ritengo ancora peggio di lui. Ultimo episodio quando disse che Bolsonaro diceva fanfaronate. Ieri si è comportato da persona normale, sei stato preso e che opposizione devi avere se scortato da agenti di polizia ed Interpol? Se ha una dignità lo dimostri adesso collaborando fattivamente con la Giustizia! Il fatto che lo abbiano trattato da trofeo di caccia credo sia un errore perché hanno dato fin troppa importanza, quasi a volerlo mitizzare. Ma come lui era sempre pronto (da protetto) a fare il “gradasso” era però affascinante vederlo trattato da perdente. E concludo, se lui stesso ha ringraziato gli inquirenti per il trattamento ricevuto dopo l’arresto, ritengo sia stato tradotto in modo dignitoso in ossequio del rispetto umano

  9. Ottimo articolo , complimenti , il Battisti pagherà con la prigione per i suoi crimini, giusta osservazione la sua e concordo e condanno anche io questo esibizionismo che tutto è tranne l’immagine dignitosa della giustizia !

  10. Mi scuso di non essere stato chiaro nel mio commento precedente: “Credo ci siano modi migliori per farsi notare.” è riferito all’autore dell’articolo.

  11. È giusto umilialo in qiuel modo lui ci ha preso tanti anni in giro è inutile che qualcuno si indigna perché non gli anni ucciso nessuno è meglio che stiano zitti e anno rispetto per i morti che questo assassinio ha ucciso senza un motivo, rispettate i familiari delle vittime. Mi riferisco al primo commento che si è indignato perché il culo a lui non gli brucia sennò non scriverebbe certe minchiate

  12. MA QUANTI COMMENTI INUTILI CESARE BATTISTI DEVE RINGRAZIARE LA POLITICA ITALIANA CHE HA ABROGATO LA PENA DI MORTE IN UN ALTRO PAESE PIÙ CIVILE, AMERICA , CINA ECC NON SE LA SAREBBE CAVATA COSÌ A BUON MERCATO

  13. Shut up asshole! After 40 years wanted all around the world, a picture with him is the minimum that the Italian and S.C.I.P. Police deserve!
    Now what? In a couple of years you will ask to give him the freedom because he became old?
    That’s nothing in comparison to what he was getting from the collegueas of the policemen killed 4 decades ago. Remember, the time doesn’t cancel the old wounds!

  14. condivido assolutamente l ‘articolo che pone l’accento sul senso di sobrieta’ che deve ispirare ogni cosa abbia una caratura ideale.. stato,giustizia, istituzioni..
    Il decoro delle scelte e delle risposte, delle Entita’ di caratura ideale, ,indiipendentemente dalla loro forza, concede forma all’idea e questa diviene valore
    Tuttavia a parte le considerazione sugli agenti in posa (concordo col ritenere sufficiente il filmato dell’arrivo dell’aereo e la documentazione quale fatto di cronaca sulla fine e sulla resa dell’uomo e del condannato) ritengo ancor piu’ indecoroso il montaggio video ,tutt’altro che asettico e con tanto di musichetta in stile romanzata , messo in onda ‘ dal Ministro della Giustizia della nostra Repubblica.
    Mi e’ parso di capire che chi e’ sembrato essersi risentito per ‘articolo, lo sia stato, perche’ ha erroneamente comparato la gravita’ dei reati attribuiti a Battisti con la vanitosa ( e forse per questo perdonabile), esibizione degli agenti.
    Il punto e’ che lo Stato non scende a livello,
    Per come giustamente si diceva, lo Stato non sputa.
    Lo Stato e chi lo rappresenta, deve porsi a livello superiore e ideale e non certo animale,
    Per finire non so se Battisti sia colpevole o innocente. So che la legge degli uomini lo ha condanno’ e che deve pagare, .ma non mi stupirei se nel merito fosse stato giudicato male, tenendo conto che statisticamente questo qualche volta succede e che parliamo di quaranta anni fa,
    Anche il rancore e l’odio piu’ profondo con il tempo si smussano e i loro giochi di intensita’ sono peculiari del genere umano.
    .proviamo a rimanere umani …

    • mi scusi Sig- Marco belle parole lei scrive, ma pensare di smussare l’odio ed il rancore dopo 40 anni, lo vada a dire ai parenti dei morti ammazzati da Battisti. Fosse capitato a me, non avrei mai smussato ne messo l’odio ed il rancore da parte fino alla mia morte.

  15. condivido assolutamente l ‘articolo che pone l’accento sul senso di sobrieta’ che deve ispirare ogni cosa abbia una caratura ideale.. stato,giustizia, istituzioni..
    Il decoro delle scelte e delle risposte, delle Entita’ di caratura ideale, ,indiipendentemente dalla loro forza, concede forma all’idea e questa diviene valore
    Tuttavia a parte le considerazione sugli agenti in posa (concordo col ritenere sufficiente il filmato dell’arrivo dell’aereo e la documentazione quale fatto di cronaca sulla fine e sulla resa dell’uomo e del condannato) ritengo ancor piu’ indecoroso il montaggio video ,tutt’altro che asettico e con tanto di musichetta in stile romanzata , messo in onda ‘ dal Ministro della Giustizia della nostra Repubblica.
    Mi e’ parso di capire che chi e’ sembrato essersi risentito per ‘articolo, lo sia stato, perche’ ha erroneamente comparato la gravita’ dei reati attribuiti a Battisti con la vanitosa ( e forse per questo perdonabile), esibizione degli agenti.
    Il punto e’ che lo Stato non scende a livello,
    Per come giustamente si diceva, lo Stato non sputa.
    Lo Stato e chi lo rappresenta, deve porsi a livello superiore e ideale e non certo animale,
    Per finire non so se Battisti sia colpevole o innocente. So che la legge degli uomini lo ha condanno’ e che deve pagare, .ma non mi stupirei se nel merito fosse stato giudicato male, tenendo conto che statisticamente questo qualche volta succede e che parliamo di quaranta anni fa,
    Anche il rancore e l’odio piu’ profondo con il tempo si smussano e i loro giochi di intensita’ sono peculiari del genere umano.
    .proviamo a rimanere umani …

  16. Vergognoso il commento di un giornalista che si indigna per il trattamento a mio parere di lusso riservato al pluriomicida Battisti! Andava riportato in patria con manette ai polsi, alle caviglie ed al collo! Non dimentichiamo che il povero ed innocente Enzo Tortora fu ammanettato e massacrato dai media che ora si indignano difronte ad un bastardo che si è goduto la vita protetto da politici conniventi deridendo e fregandose dei familiari delle persone innocenti a cui aveva tolto la vita.
    Il carcere duro è il minimo…dovrebbe andar ai lavori forzati ogni giorno che gli resta da vivere…ed anche questo è un lusso che gli vien concesso rispetto alle persone a cui lui l’ha tolto.

  17. Rosicate compagni e compagne! Forse non avete ancora metabolizzato il fatto che, dopo anni di vostro peggio governo, (diverso perfino dal classico malgoverno), caratterizzato da albagia, parassitismo, ruberie, incapacità diffusa e difesa a spada tratta dei vostri privilegi, gli Italiani via hanno giustamente elargito un pedatone nel sedere il 4 marzo e continuano quotidianamente a somministrarne altri. Battisti è solo il primo delinquente omicida di un certo livello, che credeva di potersela cavare in virtù della matrice politica rossa: altri ne arriveranno, anche se purtroppo la faranno franca quelli come lui, che imperversarono nel dopoguerra! Altro che libri, ospitate tv, conferenze e cattedre! Meglio loro, rispetto ai politici di sinistra che andavano all’aereporto ad accogliere asssaasine, o fiancheggiatrici di terroristi!

    • Livellarsi verso il basso è il vostro unico scopo e ci riuscite senza impegno. Il percorso inverso ,molto più complesso, non siete in grado al momento di compierlo,per mancanza di sostanza.

  18. Quando sghignazzava al tavolino all’aperto prendendosi gioco di chi lo guardava perché tanto lui era diventato intoccabile, mi vergognavo di essere un suo connazionale. Dall’altro ieri non mi vergogno più di essere un suo connazinale ma sono fiero che quel mio connazionale marcisca nelle patrie galere.

    • su questo siamo d’accordo. ma le foto con la penitenziaria cosa c’entrano? Ripeto: era già stato ripreso mentre scendeva dall’aereo. Quello era più che sufficiente per soddisfare anche i palati più esigenti. Ci sono dei diritti del detenuto e uno Stato democratico li deve rispettare. Io credo sia stato giusto riprenderlo. Ma una volta fatte le prime immagini era più che sufficiente

      • A mio parere credo che la foto con gli agenti penitenziari stia a significare la presa in carico del detenuto come a dire: “..noi lo abbiamo catturato (polizia di stato, interpol) e voi (polizia penitenziaria) lo terrete in custodia…”.

        • Credo che sia nulla rispetto alla dignità della persona che è stata lesa nel momento in cui questi facevano la fiction

  19. Battisti!
    Grande delinqiente, assassino e codardo!
    Nulla da dire!
    Ma, come gia detto da tante persone, stuamo facendo un’assurda pubblicità a fatti commessi ben 40 anni fa!
    Oggi abbiamo risolto i problemi degli italiani, che purtroppo fanno fatica ad arrivare a 1/2 mese e non fine mese!
    Mi vergogno dei nostri politici alla quale ho dato il voto!
    Mi vergogno delle due guardie carcerarie, che finalmente oggi sono diventiti importanti ed hanno risolto i problemi della loro vita, oggi sono veramente realizzati!!!!!!!!
    Vergognatevi!!!!

  20. Buonasera
    Caro dott. Fedocci, il problema non è come sia stato trattato un personaggio come Battisti, ma quello che ha commesso durante la sua militanza nei Pac. Sparare a un padre e a un figlio indifesi e uccidere a sangue freddo un ragazzo poco più che ventenne, non ha nulla di umano. La mia domanda è molto semplice. Perchè dopo trentasette anni, dovremmo avere pietà e rispetto per lui ? perchè usare la parola “civiltà” verso un personaggio infame e vigliacco ? certi diritti, non devono e non possono essere acquisiti in automatico, ma vanno conquistati con la lealtà e il rispetto verso se stessi e verso gli altri. Cosa che Battisti, non ha mai dimostrato. E le dirò di più. Durante la sua lunga latitanza, ha dimostrato di prendersi gioco di tutto e di tutti e nonostante i morti sulla coscienza, non ha mai esternato nessun tipo di pentimento. Solo ora che è stato arrestato, ha dichiarato di essere malato e cambiato. Tipico comportamento di un essere strisciante. Non sono un leghista, ma quello che ha detto Salvini sul fatto che Battisti dovrebbe marcire in galera, non riesco a trovare parole migliori. Personalmente sono dell’idea che sia stato fin troppo tenero. Purtroppo noi Italiani abbiamo un difetto che ci portiamo dentro da generazioni. Ci scandalizziamo per il comportamento tenuto nei confronti di un infame, ma non spendiamo una sola parola per quelli che (grazie all’infame) non ci sono più. E per finire, vorrei porgere una domanda a quelli che hanno commentato su questo blog, a favore di Battisti. Se al posto del povero gioielliere o del povero poliziotto, ci fosse stato vostro padre o vostro figlio, sareste ancora convinti delle vostre parole ? è chiaro che non trovandosi difronte a un proprio caro, diventi molto semplice esprimere giudizi. La cosa difficile è farlo, quando difronte si ha un figlio costretto da più di trentanni, su una sedia a rotelle.
    Buona serata.
    Cordialmente.

    • Ma per fortuna che a giudicare un delitto non ci sono i parenti delle vittime. Altrimenti il presunto assassino sarebbe automaticamente colpevole. Lei ha posto l’accento su un argomento giusto “Se ci fosse stato vostro padre al posto delle altre vittime, cosa avreste detto?”. E ha ragione. Il fatto è proprio questo. I giudici devo essere super partes, proprio perché chi è distaccato è lontano da coinvolgimenti personali, quindi può esprimere giudizi sereni, senza lasciarsi condizionare. Ed è un bene che anche su la questione Battisti a dare le valutazioni ora in questa chat ci siano persone che, come dice lei, “non hanno parenti o figli tra le vittime” altrimenti conosceremmo già il giudizio prima di leggere. Per quanto riguarda il caso specifico, Battisti è stato già giudicato e condannato perché ritenuto colpevole. L’argomento trattato dal mio pezzo era su un video specifico che lo mostrava per l’ennesima volta in mezzo ad agenti. Cosa non sbagliata e che era già stata fatta pochi istanti prima dalla polizia di stato. Ho criticato semplicemente che dopo averlo fatto scendere dall’aereo e mostrato come era giusto, sia stato di nuovo sottoposto ad una inutile esibizione mentre veniva fotografato con gli agenti che si mettevano in posa. Se avessero voluto ripetere la cosa avrebbero dovuto fare la ripresa mentre REALMENTE veniva portato via. Senza fare la fiction dei due che lo prendono, fanno la foto e poi lo mollano. E’ solo questa la vergogna. la posa a fini di divulgazione

      • fedocci…TU SEI LO SPECCHIO GIORNALISTICO DI QUESTO PAESE. ANDRESTI RADIATO NON SOLO COME GIORNALISTA, O PSEUDO TALE. DOVRESTI ESSERE INTERDETTO ANCHE DALLE BIBLIOTECHE, DALLE EDICOLE E DAI MERCATINI DEI LIBRI USATI. fedocci, SEI UN IDIOTA. UN GRANDISSIMO IDIOTA.

  21. “Niente di più innocente a rispetto di ciò che è stato fatto a sangue freddo da Battisti.”
    Questo è il mio commento alle foto fatte con il terrorista.
    Continuo a non capire questi falsi moralismi rivolti al rispetto oltretutto più volte dimostrato nei confronti di un sorta di personaggio, che in libertà da 40 anni sogghigna e deride coloro che sono parenti delle vittime e forze dell’ordine.
    Finalmente, è il caso proprio di dirlo, “la pacchia è finita”.
    Forse bisogna anche avere il coraggio di dire “la pacchia è finita”, perchè coloro che dicono esattamente il contrario, ossia portare rispetto ad un elemento che sarà servito e riverito, arrivato senza neppure le manette ai polsi, è solo un codardo.
    Ai miei tempi, ai terroristi, si usavano i ferri, non le manette, e nessuno commentava, anche perchè il rispetto da parte delle forze dell’ordine c’era e c’è malgrado i gravi reati commessi.
    Per qualcuno, le forze dell’ordine, dovrebbero prendere sputi, coltellate, pugni in faccia e stare a subire, ma la realtà nel mondo “dei normali” non è così:

  22. Nessuna pietà per un infame che sparava alle spalle…anzi avrebbero dovuto gonfiarlo di botte…altro che agenti inqualificabili…
    l’omicidio è inqualificabile…si vergogni!
    E dovrebbero esporlo al pubblico ludibrio!

  23. Buongiorno
    Vede caro dott. Fedocci, il problema della divulgazione (come la chiama lei) riguardo il caso Battisti è vecchia quanto il mondo. Il giorno che fu barbaramente assassinato Benito Mussolini, buona parte degli italiani, si accanì in modo barbaro sui cadaveri dello stesso Duce, della Petacci e di altri gerarchi Fascisti. Ancora oggi, la cosa viene ricordata come un fatto eclatante e nessuno da allora, si è mai sognato di provare lo stesso disgusto che oggi si prova per Battisti. La stessa cosa è successa per molti dittatori che nonostante abbiano fatto grande il loro paese, sono stati mostrati (ormai defunti) come veri e propri trofei. Disgustoso, non crede ? ma oggi ci scandalizziamo per una foto che ritrae un assassino, tra due guardie carcerarie. Personalmente, mi sembra una cosa anormale. Oltretutto pensando al fatto che per quasi quarantanni, questo personaggio si sia preso gioco dell’Italia intera. Disgustoso il fatto di farsi riprendere, mentre sorseggiava un bicchiere di spumante, consapevole delle atrocità commesse. Personalmente, non riesco a provare disgusto nei confronti di un infame. Il mio disgusto è rivolto ai nostri politici che per anni non sono riusciti a togliere di mezzo, un personaggio totalmente arrogante che, varcata la cella della prigione, si è dato per malato e cambiato. Tipico di un vigliacco senza attributi. Scandalizzarsi per quello che è successo nei suoi confronti caro Fedocci è follia allo stato puro, considerando quello che ha fatto. Rimango inorridito da quella parte di italiani come lei che puntano il dito sull’operato delle guardie carcerarie, senza spendere una sola parola per le persone che grazie a un delinquente, non ci sono più. Questo è il vero dramma. Buona giornata.
    Cordialmente.

  24. Grazie Dott. Fedocci per averci ricordato, con questa Sua acuta osservazione che l’Italia, nonostante il “pensiero” oggi di moda, è ancora uno Stato di diritto.
    Se oggi ci indigniamo (non proprio tutti vedo..) davanti a immagini come queste, o ad affermazioni come: buttate via la chiave! che contraddicono il principio, sancito dalla Costituzione, del rispetto della dignità della persona (anche di quella detenuta) lo dobbiamo a grandi pensatori (senza virgolette questa volta) come Verri e Beccaria, i cui testi molti di noi vedo, per fortuna hanno letto.

    • ahaha, senti questo, una stato di diritto. l’Italia, paese fondato sulle tangenti, dove chi commette un reato non solo non va in galera, ma spesso siede in senato, dove ha una giustizia e un senso della giustizia vergognoso, dove il popolo viene sistematicamente deriso, non ascoltato e preso per il culo, ecc ecc ecc ecc… è uno stato di diritto. ma eri a stomaco pieno quando hai scritto questa stronzata, o dovevi ancora mangiare qualcosa?!?!

  25. Dove sta la novità.Ogni giorno in Italia considerato un paese civile ne succedono di peggio di quello che stiamo vedendo….gente incensurata sbattuta sui quotidiani e riviste gestite dalle stesse procure(S Sicilia)senza appurare ancor prima la responsabilità delle persone.Quindi non mi scandalizza più nulla!

  26. enrico fedocci, scritto volutamente in piccolo. tu sei lo specchio del giornalismo italiano, sei lo specchio di questo paese. qualcuno, leggendo sopra, cita la costituzione, cita grandi pensatori. patetici. un essere come battisti, meriterebbe ben altro. alla stessa stregua, con le dovute differenze, dei cosiddetti giornalisti, che hanno ancora la libertà di pensare, ma quello non lo fanno, e in cambio pretendono la libertà di scrivere. enrico fedocci, mo va a cagher.

  27. enrico fedocci hai sbagliato mestiere. tu sei il perfetto sinistroide con una biro in mano. non sei un giornalista. quelli, che sono la minoranza, si occupano di informare la gente. tu non informi nessuno. tu, con grande naturalezza, spari cazzate. tu sei il perfetto ” politico di plastica” prestato al più basso livello giornalistico, cioè quello della propaganda politica. dovrebbero chiamarti “compagno fedocci ” se non altro perchè la parola compagno è squalificata, ma in fondo ti calza benissimo. apri un istituto fedocci…uno a caso, con l’ignoranza che regna sovrana in questo paese, fai una valanga di soldi. sei lo SPECCHIO del giornalismo e dell’informazione di questo paese.

  28. Sper me sarebbe già morto e se lo trattano da merda meglio così ……
    Mi vergogno di avere giornalisti che proteggono battisti

  29. non hai proprio un cazzo da fare fedocci, se non scrivere cazzate del genere. tu, che dovresti-come giornalista-occuparti di informare la gente. e questa, l chiami informazione?!?! fedocci…MO VA A CAGHER TE E BATTISTI…e tutti quelli che non te lo dicono…

  30. ah beh, sig,ra Balena, se lei pensa di vivere in un paese civile a prescindere da questo porco che di nome fa battisti…dovrebbero svegliarla…vive in un mondo o pianeta parallelo…ma non in questo…

  31. Ripristinare la pena di morte per il criminale assassino. Chiedete ai parenti cui sono stati assassinati dal criminale Battisti i loro cari e sentite cosa ne pensano.

  32. Italiani pieni di contraddizioni, come sempre buoni e cattivi! Mettiamo da parte le esternazioni cattive, quelli di poco gusto e credo che come addetto ai lavori mi soffermo in quanto il selfie è un atto di narcisismo e quindi condanna esplicitamente l’azione. Di fatto è severamente vietato fare foto con detenuti, specialmente se questi hanno una rilevanza addirittura mondiale ( caso Battisti) non ci sono ragioni che tengano, l’etica professionale impone il massimo riserbo e rispetto verso la persona che si ha in consegna, quindi ogni commento è superfluo, ha ragione Enrico Fedocci, un buon poliziotto deve saper fare bene il suo mestiere, per i selfie bastano i giornalisti, a ognuno il suo mestiere!

  33. Ma quegli agenti in posa sono indegni di un Paese civile
    L’articolo 21 è l’articolo della Costituzione italiana dedicato alla libertà di manifestazione del pensiero.

  34. Non mi dica che non si aspettasse indignazione da parte dei più.
    Per quanto mi riguarda, non me voglia, l’ articolo è di una inutilità pari alle foto degli agenti con quel “galantuomo”.

  35. Signor fedocci farebbe meglio a stare zitto e a pensare invece ai famigliari delle vittime di questo criminale per cui lei si e’ indignato !!! Stia zitto!!! E si indigni per le vittime non per i colpevoli !!! Un giorno magari questi criminale uscirà e chissà, per puro caso potrebbe avvicinare qualche suo parente…vediamo poi cosa dirà!! Cambi mestiere e stia zitto !!!!

  36. La retorica di questo articolo è la cosa più indegna di tutta questa vicenda. Un mal interpretato senso di civiltà ci distruggerà. Siamo disarmati.

  37. E’ stato trattato fin troppo bene,poi se le manette e i selfie sono peggio degli assassini allora lascio a voi il giudizio.E non venitemi a parlare di democrazia.Il Battisti ha sempre rinnegato questo Stato,è sempre fuggito protetto da certa gentaglia politica,si è beffato delle vittime ed ora si critica un poliziotto?Se avesse ucciso un vostro parente la pensereste allo stesso modo?IPOCRITI!!!!!!

  38. Qualunque cosa succeda a questo bastardo assassino, sarà sempre poco, in confronto a ciò che lui ha fatto alle sue vittime. Poi quando avrebbe potuto dimostrare di essere un uomo terribile ma un uomo coerente, è scappato per fare l’intellettuale all’,estero. MI FA SOLO TANTO SCHIFO

  39. E stato trattato anche troppo bene..ma che trofeo.e un terrorista assassino .chi si indigna appoggia i suoi crimini.sono i compagni nostalgici che si indignano..la gente onesta x bene vede solo un Po di giustizia visto che questo signore si è goduto i migliori anni della sua vita quello che nn hanno potuto fare le sue vittime e i familiari delle sue vittime…vergogna chi si indigna..

  40. Per colpa di persone come lei che scrivono sti articoli così solo per buttare sterco sulla pubblica amministrazione, quei poveri ragazzi che lavorano ogni giorno nelle carceri subiranno un processo militare e mentre loro saranno notte e giorno a fare la guardia ad assassini ecc e mentre rischieranno di essere cacciati via dalla loro amministrazione per una foto con un assassino.. lei sarà seduto alla sua scrivania a contare i soldi che ha guadagnato scrivendo 1 articolo con una valenza solo mediatica e non utile alla nazione come spunto di cultura e informazione.
    Almeno quando va a dormire la sera si faccia un esame di coscienza e pensi non solo al suo portafogli ma anche a quello degli altri.

Rispondi a Francesco Di Bari Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *