Niente “Pace e Bene”, i francescani chiedono il risarcimento ai confratelli

I francescani chiedono i danni a tre frati per un buco da 20 milioni di euro: tre enti dei Frati Minori si sono infatti costituiti parti civili, per il riconoscimento dei danni in caso di condanne, nel processo milanese a carico di tre frati, ex amministratori degli enti e accusati di appropriazione indebita per un ammanco nelle casse appunto di circa 20 milioni di euro. Continua a leggere