97enne truffata viene salvata dai carabinieri Finiti in manette due pregiudicati napoletani

L’hanno tenuta d’occhio e quando hanno visto la figlia uscire di casa hanno colpito. Ernesta Menapace, 97 anni, sembrava la vittima ideale di due truffatori napoletani che l’hanno contattata per farsi consegnare oro e gioielli: “Sua figlia è stata vittima di un incidente. E’ stata fermata dai carabinieri. Servono soldi per farla tornare a casa”. E lei c’è cascata: è andata in camera ha preso i suoi risparmi, i suoi gioielli più cari e li ha consegnati ai criminali. E’ accaduto a Brescia.
Ma dopo aver capito di essere stata truffata ha subito chiamato i carabinieri, quelli veri, che nel giro di poche ore hanno arrestato i due malviventi, 43 e 58 anni, pregiudicati. Individuazione che è stata possibile anche grazie alla descrizione minuziosa della donna che, arzilla ed intelligente – anche se ingenua – aveva notato ogni particolare di uno dei due criminali. E agli investigatori ha fatto un identikit perfetto.

E così i carabinieri del Comando Provinciale di Milano, coordinati dal colonnello Canio Giuseppe La Gala e dal maggiore Mario Colicchio, della Compagnia di San Donato Milanese, li hanno individuati e pedinati fino a quando i due hanno tentato di piazzare la marce in un compro oro.

Una storia a lieto fine, da copertina della Domenica del Corriere.  Da una parte la vittima, un’anziana signora, dall’altra i carabinieri che hanno consentito questa storia di truffe ai danni dei più deboli avesse un lieto epilogo.

Il colonnello Canio Giuseppe La Gala incontra la 97 truffata

Il colonnello Canio Giuseppe La Gala incontra la 97enne truffata

In mezzo i due pregiudicati che ora sono stati portati in carcere a San Vittore, in attesa di essere processati per direttissima.

La 97truffata abbraccia e ringrazia il Comandante Provinciale dei carabinieri di Milano

La 97enne truffata abbraccia e ringrazia il Comandante Provinciale dei carabinieri di Milano

E per lei, per Ernesta Menapace, 97 anni e lo sprint di una 16enne, tutto resta solo un brutto ricordo E con gioia e il sorriso sulla bocca batte le mani ai carabinieri e dice: “W i carabinieri… sono stati velocissimi a catturare quei delinquenti…”
La donna è tornata in possesso dei gioielli rubati . “Ora – dice la figlia Anna Maria Busi -dovrà stare più attenta a chi apre la porta. I carabinieri sono stati superlativi, ma anche gli anziani devono essere meno creduloni”

GUARDA IL SERVIZIO ANDATO IN ONDA NEL TG

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

3 risposte a “97enne truffata viene salvata dai carabinieri Finiti in manette due pregiudicati napoletani

  1. Buonasera
    Ancora una volta, dobbiamo rendere atto che l’Arma dei Carabinieri è e resterà per sempre la migliore, sotto tutti i punti di vista. Ovviamente senza nulla togliere a un arzilla vecchietta di 97 anni, capace di descrivere accuratamente la fisionomia dei due delinquenti. La vigliaccheria di questi due personaggi, non ha arretrato nemmeno difronte a una persona indifesa. Tutto questo si può tradurre in una parola sola. Infami. Purtroppo saremo testimoni per l’ennesima volta, di quello che saranno i risvolti di questa vicenda. Tra qualche giorno, questi personaggi li rivedremo in giro per le strade, come se nulla fosse successo e pronti ancora una volta, a circuire le persone indifese. Perchè è quello che succederà. Affermare che il lavoro dei Carabinieri è inutile è sbagliato. Ma una cosa è certa. Fino a quando, non si darà carta bianca alle nostre forze dell’ordine, tutto il lavoro svolto per contrastare la criminalità, sarà inevitabilmente vano. I veri responsabili di tutto questo, li conosciamo molto bene e il nostro rispetto verso di loro, stà piano piano scemando. Fino a quando il paese, non avrà una vera e consolidata giustizia, sarà preda in mano ai predatori. E purtroppo un giorno si arriverà alla giustizia sommaria. Giudici e avvocati compiacenti, non serviranno più. Buona serata.
    Cordialmente.

  2. Caro Marco , giudici e avvocati applicano solo le leggi , quindi sono quelle che devono cambiare , dicono anche che le leggi severe ci sono , però tutti i delinquenti sono tutti liberi !!! Quindi dov’è la falla ????

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *