Cocaina, armi e denaro, 2 uomini in manette Brillante operazione della GdF di Milano

Oltre 1 chilo di cocaina, una pistola semiautomatica con matricola abrasa e tre fucili di cui uno risultato rubato, per un valore stimato di circa 200mila euro, sono stati sequestrati da militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Milano, durante un’operazione antidroga svolta tra i comuni di Corbetta, Santo Stefano Ticino e Arluno. In manette sono finiti due cittadini italiani di 35 anni e 58 anni con l’accuse di traffico e detenzione di sostanze stupefacenti, di detenzione abusiva di armi da fuoco e ricettazione, per cui rischiano fino a 20 anni di carcere.

L’operazione della Compagnia di Magenta nel contesto del contrasto al traffico e dello spaccio di sostanze stupefacenti, si è conclusa venerdì scorso con il fermo di un’autovettura che, attraverso strade secondarie, stava effettuando un trasporto di cocaina. I militari avevano infatti scoperto da qualche giorno l’abitazione dove lo spacciatore alloggiava per nascondere il suo prezioso carico di droga ed hanno aspettato il momento giusto per far scattare la trappola, bloccandolo a bordo della sua autovettura armato di una pistola e con circa 800 grammi di cocaina pronta per essere smerciata.

Nel corso delle successive perquisizioni domiciliari, svolte a casa di entrambe le persone trovate a bordo del veicolo, veniva rinvenuta altra droga oltre a 40 proiettili calibro 22, 750 euro in contanti e tre fucili tra cui un Remington 870 Magnum (comunemente conosciuto come fucile a pompa) privo di matricola, un Franchi 500 modificato (risultato rubato) e un fucile marca Fna cal. 12 anch’esso privo di matricola.

Anche il mezzo utilizzato per lo spaccio, un suv di grossa cilindrata, e un’altra autovettura sono stati sottoposti a sequestro. Entrambi i soggetti sono stati arrestati in flagranza di reato per i reati di spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione abusiva d’armi da fuoco e ricettazione e sono attualmente detenuti presso la casa circondariale San Vittore di Milano, in attesa dell’udienza di convalida.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *