Lanciava massi dal cavalcavia autostradale Carabinieri lo arrestano ed evitano una strage

Stava per lanciare altre pietre per colpire le auto

I Carabinieri della Stazione di San Cesareo hanno arrestato F.M.,  romeno di 29 anni, senza fissa dimora, con l’accusa di tentato omicidio e attentato alla sicurezza dei trasporti. 
L’uomo, ieri pomeriggio, è stato sorpreso dai Carabinieri in località “Campo Gillaro” di San Cesareo  mentre era intento a lanciare dei “sampietrini” da un cavalcavia che sovrasta il tratto autostradale della diramazione Roma sud dell’A1, tra gli svincoli di San Cesareo e Monte Porzio Catone. Continua a leggere

Dal Papa con 2 sciabole nascoste nello zaino CC Roma San Pietro bloccano 49enne italiano

I Carabinieri della Stazione Roma San Pietro hanno effettuato, nella mattinata di ieri, un servizio di controllo in occasione dei numerosi fedeli accorsi in Piazza San Pietro, per l’udienza del Santo Padre. Durante i controlli, i militari dell’Arma hanno denunciato un cittadino italiano di 49 anni, con l’accusa di porto abusivo di oggetti atti ad offendere. Continua a leggere

Parroco imita “don Matteo” e arresta 2 ladre Avevano rubato un computer in sagrestia

La chiesa Nostra Signora di Czestochowa

Erano riuscite a penetrare nella canonica della parrocchia “Nostra Signora di Czestochowa” a Roma e stavano tentando di allontanarsi potando con loro un computer da 1.400 euro, ma non avevano fatto i conti con il tenace parroco che le ha sorprese e bloccate prima di consegnarle ai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma. Protagoniste della vicenda sono due nomadi di 18 e 19 anni, la più piccola in stato di gravidanza, che sono state arrestate con l’accusa di furto in luogo di culto in concorso. Il coraggioso parroco è rientrato in possesso del computer mentre le due ladruncole sono state poste agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.

Roma, Cc sequestrano i beni di “Lady Asl” Conti e immobili per 19 milioni di euro

L’immobile di via Casale delle Cornacchiole sequestrato dai Carabinieri a Lady Asl

I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro anticipato dei beni emesso dal Tribunale di Roma – Sezione Misure di Prevenzione, nei confronti dei coniugi Andrea Cappelli (cl. 1955) e Anna Iannuzzi (cl. 1955), quest’ultima nota alle cronache come “Lady ASL”, su richiesta della Procura della Repubblica di Roma (Proc. Agg. Dott. Giancarlo Capaldo e Sost. Proc. Dott. Stefano Fava). Si tratta di un provvedimento disposto ai sensi dell’art. 22 del d.lgs. 159/2011, finalizzato all’applicazione della misura di prevenzione della confisca dei beni.Il decreto di sequestro è stato infatti emesso in quanto i due coniugi sono stati ritenuti socialmente pericolosi, poiché stabilmente dediti ad attività delittuose sin dal 1997 ed è stata rilevata una netta sproporzione tra il patrimonio da loro accumulato negli ultimi anni e il reddito dichiarato al Fisco. Continua a leggere

100mila € per bustarella a un finto politico Truffa “alla Totò” sventata dai carabinieri

Una scena di Totòtruffa ’62

Si fingevano interessati all’acquisto di importanti immobili, ma al momento della conclusione della trattativa chiedevano all’ignaro venditore grosse somme di denaro che sostenevano di dovere elargire ad un finto onorevole per accelerare la pratica per l’ottenimento di un finanziamento in banca. Così due truffatori di 75 e 63 anni, romani, sono stati smascherati e denunciati al termine di un’indagine lampo dei Carabinieri della Stazione di Bettona e della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina. Dopo un’iniziale approccio con un imprenditore di Bettona (PG), intenzionato a vendere un immobile, i due truffatori lo hanno invitato a Roma dove l’affare doveva concludersi, non prima però di consegnare una mazzetta di 100mila euro ad un onorevole che si sarebbe impegnato a favorire il finanziamento che avrebbe consentito loro di acquistare l’immobile. Continua a leggere