Per un mattarello, smantellato giro di droga CC Sanremo sequestrano un kg di eroina

Il capitano Gerardina Corona e i suoi carabinieri mostrano la droga sequestrata

LA DROGA SERVIVA PER LE FESTE DI CAPODANNO DELLA RIVIERA LIGURE DUE ARRESTATE IN POSA PER LE FOTO SEGNALETICHE, RIDENDO – DECAPITATO TRAFFICO DI STUPEFACENTI TRA MILANO E SANREMO

Quando si dice l’intuito degli investigatori. È così che i carabinieri di Sanremo sono riusciti a smantellare una organizzazione criminale dedita al traffico di stupefacenti, partendo da un mattarello. Sì, un mattarello. Era stato  lasciato sul sedile di una Jaguar verde, parcheggiata a due passi dal centro… Alle domande dei carabinieri il conducente dell’auto si é stranamente agitato, ha cominciato a balbettare…

Si è giustificato dicendo che quell’attrezzo da cucina era per la mamma. A quel punto, i militari  – coordinati dal tenente Paolo Bonfanti, comandante del Nucleo Operativo della Compagnia di Sanremo, retta dal capitano Gerardina Corona – hanno deciso di perquisire la casa dell’uomo. Arrivato in prossimità dell’abitazione Xhani Gjonaj ha urlato per avvisare i complici, la madre, il padre,  oltre ad altre due donne e un amico.

Due arrestate si mettono in posa, sorridendo, durante le foto segnaletiche

In casa i carabinieri hanno trovato un chilo di eroina ancora da tagliare per un valore di 200 mila euro oltre ad alcune centinaia di grammi di cocaina e marijuana. La droga era appena arrivata da Milano e doveva rifornire il mercato di tutta la zona soprattutto in occasione delle feste di Capodanno. I sei sono stati portati in carcere. Due delle donne arrestate, madre e figlia, hanno mostrato atteggiamento di sfida nei confronti dei carabinieri e mentre venivano fotografate per le foto segnaletiche ridevano…

Foto credits: Sanremonews.it

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

25 risposte a “Per un mattarello, smantellato giro di droga CC Sanremo sequestrano un kg di eroina

  1. Siamo alle solite, l’Italia invasa da delinquenti di altre nazioni e sappiamo bene di quale percentuale parliamo, leggi ridicole e personaggi politici che li accolgono a braccia aperte e sappiamo bene di quali partiti parliamo; loro, i delinquenti, ci prendono pure per i fondelli con comportamenti strafottenti e arroganti tanto sanno benissimo che si trovano nella nazione del bengodi. A casa loro sarebbero già a marcire in luride galere, ma vengono da noi che se va proprio male passano qualche mese di villeggiatura a spese dello Stato, curati e rifocillati. Fintanto che ci saranno persone che praticano il digiuno per questa feccia e persone che se ne fregano delle vittime e invece di prevenire gli atti delinquenziali perpetrati da questi signori li difendono sostenendo che siano una risorsa, continueranno a delinquere e a riderci in faccia. W l’Italia!!!

  2. Purtroppo da noi non esiste la certezza della pena, l’unica certezza e che dopo il duro lavoro delle forze dell’ordine, abbiamo dei giudicetti che li rimettono subito in libertà. Sappiamo chi sono i responsabili a livello politico e chi sono i loro esecutori. Viva la ditattura.

  3. La colpa e’ dei mentecatti progressisti falsi buonisti che hanno aperto porte e portoncini facendo entrare tutti gli scarti umani di altri stati canaglia e questo nel nome di un’incerta e poco chiara democrazia quale si definisce l’italia.Tutto questo si ripercuote su di noi che risultiamo indifesi alle continue violazioni delle nostre case facilitate dalle maniche larghe dei giudici solitamente progressisti quando le azioni criminose vengano fatte non a loro ovviamente.

  4. È vero zanzara tigre.
    Purtroppo si vive nel paese del buonismo,dove tutti quelli che vengono da fuori sono poveri che hanno bisogno di aiuto e lorol’hanno capito e ci prendono per il c…..
    Non solo quelli che fanno lo sciopero della fame,ipocriti, vanno a parlamentare la verità sulla solidarietà, ma anche tutte quelle associazioni pseudo onlus e di caritá
    dove i direttivi alla faccia della vera povertá e solidarietà ci guadagnano un pacco di soldi e si fanno anche i viaggi gratis alla faccia di chi nella solidarietá ci crede veramente.
    io dico: SVEGLIA GENTE CHE ABBIAMO ANCORA QUALCOSA DA DIRE A QUESTI PARASSITI.
    RICORDIAMOCI CHE SIAMO IN UNA REPUBBLICA DEMOCRATICA DOVE IL POPOLO È SOVRANO E I POLITOCI DGLI AMMINISTRATORI DA NOI DELEGATI

    W. W. L’ITALIA

  5. Sono daccordo con Filippo due sticchie come dicono i siciliani. a parte gli scherzi belle davvero. W L’ARMA E W LE CARABINIERE (SOPRATUTTO SE COSI BELLE)

  6. Questa notte alla fine della messa il Vescovo di Lecce lancia un’appello “il 31 rinunciamo al cenone, i soldi risparmiati verrano devoluti in beneficenza ai familiari dei detenuti del carcere Borgo San Nicola” ………………. senza parole

  7. …alla fine non passeranno che pochi giorni dentro ma cmq bella operazione.

    Detto questo….complimenti anche per la bellezza delle due ufficiali …….credo che faro’ domanda di trasferimento per Sanremo….

  8. …alla fine non passeranno che pochi giorni dentro ma cmq bella operazione.

    Detto questo….complimenti anche per la bellezza delle due donne ….stupende in divisa…..credo che faro’ domanda di trasferimento per Sanremo….

  9. ECCO L’INTEGRAZIONE CHE BLATERANO I NOSTRI POLITICI STOLTI, NON SI CAPISCE Perché NON SI RISPEDISCONO A CASA SUA CHI NON LAVORA E PAGA LE TASSE, LO CAPISCE ANCHE UN DEMENTE CHE SIAMO ALLA MERCè DEGLI STRANIERI ,NON C’E Più UNA Città VIVIBILE IN TUTTA ‘L’ITALIA, E PARLANO SEMPRE A VANVERA ,MENTRE LORO NON SI PONGONO IL PROBLEMA GIRANO CON LA SCORTA, SIAMO NOI CITTADINI CHE MANTENIAMO SIA I NOSTRI POLITICI INUTILI SIA QUESTA ORDA DI ROM,AFRICANI,ASIATICI, ECC.ECC. DOPO CHE MAGARI CI AMMAZZANO DI BOTTE IN CASA NOSTRA X RAPINARCI O SPACCIANO,VIOLENTANO, FANNO I PORCI COMODI ,SE VENGONO ARRESTATI LI MANTENIAMO ANCHE IN CARCERE POI UNA VOLTA FUORI NON VENGONO RIPORTATI A CASA SUA ,IL FOGLIO DI VIA E RESTANO QUI, CAMBIANO CITTà E RICOMINCIANDO A FARE QUELLO CHE FACEVANO PRIMA , QUANDO FINIRà??????????? POLITICI STOLTI?????

  10. Parliamone: Noi ITALIANI non faccio di tutti un fascio, parlo degli onesti cittadini che
    rispettano la legge e pagano fino all’utimo centesimo le tasse. Diciamo: in galera tutti
    i politici corrotti,chi fa delinquenza, ladri, chi fa stupro, spacciatori, evasori,ecc. ecc….
    poi buttiamo via la chiave e che marciscano dentro! Questo è sulla bocca di tutti noi.
    Il ministro Severino ha portato solidarietà ai carcerati,ha fatto un atto cristiano, e credo
    giusto,vogliamo dire un(PER0′)? La solidarietà non si porta solo ai delinquenti, non ha
    pensato ai tanti disperati onesti? E bè, quelli sono liberi, sono scarcerati dalle fabbriche
    si godono la libertà! La Fornero sensibile si è tappata le orecchie sentendo (ESODATI)
    SOLIDARIETA’ AI CARCERATI E LACRIME DI COCCODRILLO!!!

  11. Buonasera.
    Un sentito grazie all’arma dei Carabinieri, sempre in prima linea a fronteggiare la delinquenza.
    Per quanto riguarda le due donne che ridevano durante le foto segnaletiche, nessun problema,
    per prima cosa in galera a pane e acqua, per un periodo non inferiore ai dieci anni.
    Scontati fino all’ultimo giorno, lavori forzati per altri cinque, naturalmente senza percepire alcun
    stipendio, vediamo se il loro ebete sorriso, rimane sulle loro facce.
    Questo è il modo più indulgente e giusto per quelle persone che senza rispetto per le regole e
    orgogliosi di essere dalla parte sbagliata, infrangono le leggi di questo paese.
    Purtroppo la mia è solo un’illusione, in Italia si continua a delinquere perchè non esiste la pena.
    Proprio oggi leggo che uno come Fiorito, ha ottenuto gli arresti domiciliari, ha fatto sparire più
    di un milione di euro, risultato tre mesi di carcere.
    Grazie sig. giudice, una decisione molto saggia, evviva la giustizia Italiana.
    Saluti a tutti.

  12. ha balbettato sul carabiniere pelato x l’emozione, voleva un appuntamento. Ma se ridono perdendo 200’000euro significa che al loro paese avevano 4000’000’000euro dalla bisnonna!?

  13. …..sarebbe ora di dire bastaaaaaa……mandiamoli a casa di Marco Pannella……lui è stato uno strenuo difensore della libertà di drogarsi….eadesso fa lo sciopero derlla fame anche per quelli che l’anno spacciata…

  14. W l’ìItalia W i Carabinieri

    Pena di morte solo per gli extracomunitari beccati per la seconda volta a delinquere.
    Questo è il sistema per fermarli definitivamente.

  15. un abbraccio e una stretta di mano a tutti coloro che inneggiano alla liberta delle persone probe e alla detenzione o eliminazione dei portatori di morte x spaccio, e rapinatori e massacratori a mano armata

  16. Concordo che dovrebbero spedire tutti gli stranieri che no lavorano, e fanno parte di qualsiasi atto di vandalismo o criminale!!! con tutto ciò no dobbiamo generalizzare perché di gente che lavora en regola e viene tante volte anche sfruttata c’è ne sono tante …. Io sono straniera sudamericana diversi membri de la mia famiglia anno lavorato onestamente in questa nazione anche se sono già ritornati ala loro nazione .. È come la mia famiglia c’è ne sono tante altre persone oneste che ingiustamente siamo giudicate per colpa de quei stranieri che no combinano niente di buono

  17. affinche non ci sarà gualcuno che mette fine a guetsi regati punento aseveramente àgueto scarto di società èdare una pena severa èfarcela scontare tutta incarcere ma giustamente ilmotivo di guesto èperchè non ci sono iluoghi dove portarli perchè icarceri sono sopra affollati
    allora fosse giusto mantarli ai lavori forzati almeno non starebero sulle spalledi chi lavora onestamente è non puo arriva alla fine del mese

    buongiorno e tanti saluti

  18. i signori giudici dovrebbero mettere in galera prima gli avvocati che li difendono poi i preti che licoprono con la scusa della confessione i signori preti negano la santa comunione al divorsiato\a e non gli permettono di fare il padrino per battesimo e comunione però non negano la confessione a un malavitoso con omicidi sulle spalle.l’avvocato viene pagato con con quqli soldi ????

Rispondi a Mizio Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *