93enne sventa rapina nella sua gioielleria Banditi in fuga arrestati dai carabinieri

Stava festeggiando il compleanno. Il suo 93esimo compleanno.  Mentre si trovava all’interno della sua gioielleria è stato assalito da due banditi: un uomo e una donna, di circa 30 anni. Un coltello alla gola, le urla, ma l’anziano, non si è lasciato spaventare e, divincolandosi, ha afferrato il braccio del rapinatore. Ne è è nata una colluttazione in cui la peggio, però,  l’hanno avuta i due criminali. La donna è rimasta ferita, l’uomo l’ha aiutata ad andarsene per fuggire. Il gioielliere, Ernesto Accorsi, detto il Moro, ha subito chiamato il 112 e ha descritto minuziosamente i due rapinatori in fuga che  sono stati intercettati e prontamente arrestati dai carabinieri della compagnia di Pontremoli, dopo un inseguimento a piedi ai giardini pubblici.

La donna, che era ferita ad un braccio è stata trasportata in ospedale. Curato al pronto soccorso anche il gioielliere per un lieve malore. I rapinatori sono stati portati in caserma ad Aulla per l’interrogatorio. Nella rapina non erano riusciti a portare via nulla.
Enrico Fedocci

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

7 risposte a “93enne sventa rapina nella sua gioielleria Banditi in fuga arrestati dai carabinieri

  1. A prescindere che i 93 anni di oggi non sono più quelli di una volta, questa storia deve farci riflettere sul nostro stato. Se due giovani avessero voluto far del male all’ anziano lo avrebbero potuto fare con tutta tranquillità. il coltello era solo per intimorire. Questa è la disperazione che porta molti di noi a fare gesti inconsulti che mai avremmo pensato di fare in condizioni anche sotto al normale. Qui è la catastrofe. Ma invece di aiutare gli extracomunitari ( contro i quali non ho nessuna remora) perchè non usiamo i fondi per aiutare i nostri connazionali? Perchè il Governo non pubblica mai quanto costa allo Stato ospitare ( non quelli che lavorano) le centinaia di migliaia d personei che vengono da fuori e sono costretti a rubare, spacciare ecc..ed oltre a costare per sussidi eccetera provocano anhe danni. Sono sicuro che solo mandando fuori queste persone, in nanno si risolleva il bilancio, ma di tanto !!!

  2. VIVIANO HA RAGIONE MANDIAMOLI TUTTI VIA PERCHE’ DICHIARANO “REDDITO ZERO” SULL’ISEE MENTRE VANNO IN GIRO CON I SUV E SI CUCCANO TUTTI I CONTRIBUTO DELLO STATO COMPRESE LE PENSIONI DI INVALIDITA’ E QUELLE DI VECCHIAIA PER I LORO VECCHI MENTRE I NOSTRI VECCHI FANNO LA FAME E VANNO A RUBARE CARNE NEI SUPERMERCATI. SE FACESSIMO SCONTARE LE PENE NEI LORO PAESI D’ORIGINE SI SVUOTEREBBERO LE NS. CARCERI E PRIMA DI STUPRARE, RAPINARE ETC CI PENSEREBBERO MILLE VOLTE.

    ANCHE FABIO HA RAGIONE CERTAMENTE ERNESTO RICHIA LA GALERA! PERCHE’ IN ITALIA SE RUBI UNA MELA VAI IN GATTABUIA MA SE RUBI MILIONI DI EURO COME I NS. POLITICI FAI LA BELLA VITA.

  3. Mi sà che fabio ha centrato il problema e se indagano il gioielliere sarebbe assurdo!, io lo arruolerei nella polizia perchè ha dimostrato che alla sua età si è fatto rispettare!. Poi dicono che gli anziani sono un peso per la società,l’unico peso sono i politici!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!. grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *