Vigevano, ucciso in mezzo a 500 persone Panico in un pub per un regolamento di conti

Ucciso con un colpo di pistola a bruciapelo, davanti a centinaia di persone, mentre era in un disco-pub di Vigevano. E’ morto così Edmond Shtyefni un albanese di 32 anni da qualche anno in Italia.
Probabilmente un regolamento di conti, ma – ciò che stanno valutando i carabinieri – è il motivo di un omicidio così plateale, in presenza di tanti testimoni, visto che era sufficiente aspettare l’uomo fuori dalla discoteca che è in una zona isolata, proprio a pochi metri dal fiume Ticino. Invece i sicari hanno colpito davanti alla gente che poi è fuggita terrorizzata utilizzando le uscite di sicurezza .

L’azione dei killer è stata fulminea. Sono entrati all’improvviso e sono andati al bancone dove c’era il loro bersaglio. L’uomo aveva appena fatto un’ordinazione. Uno degli assassini lo ha abbracciato, poi ha estratto la pistola, gliel’ha puntata alla testa e ha premuto il grilletto. Dai 3 ai 5 i colpi che lo hanno ucciso.

Il 32 enne è morto sul colpo. Poi, come se nulla fosse, davanti a 500 testimoni i criminali sono fuggiti. La vittima aveva piccoli precedenti per furto.
Gli assassini sono scappati verso la riva del fiume Ticino dove probabilmente avevano lasciato un’auto per la fuga. Gli identikit sono stati già tracciati. In tutta la zona è caccia all’uomo

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *